Como, al via ieri i test salivari nelle scuole

Test salivare salivari

Test salivari nell’Istituto Comprensivo Borgovico di Como, da ieri è partita la somministrazione per monitorare la circolazione del virus in ambito scolastico.
Sono 180 gli studenti comaschi delle scuole primarie coinvolte nell’iniziativa e 60 quelli delle secondarie di primo grado. Verranno utilizzati test molecolari su campione salivare che saranno consegnati nei punti raccolta per poi essere conferiti ai laboratori.
«Questa metodologia – fa sapere l’Ats Insubria che con la collaborazione dell’Ufficio Scolastico Territoriale ha individuato gli istituti scolastici – garantisce, al contempo, la possibilità di sequenziamento genomico virale per la ricerca di varianti».
Nella fase di avvio, circa due mesi, i test saranno somministrati da personale sanitario di Ats nella sede scolastica, che provvederà poi ad inviare i campioni al laboratorio dell’Asst Sette Laghi di Varese. L’adesione avverrà su base volontaria e a seguito di sottoscrizione del consenso informato da parte dei genitori o tutori legali. La partecipazione non sarà in alcun modo vincolante per l’accesso a scuola.

L’esito del test salivare verrà segnalato nel sistema di sorveglianza e, in caso di positività, verranno disposte le necessarie misure di contenimento del contagio, senza ulteriori test di conferma. L’Ats Insubria provvederà, in accordo con l’ufficio scolastico territoriale, a individuare le “scuole sentinella” da invitare al test nel periodo ottobre 2021-maggio 2022.
Per ogni scuola sentinella individuata, il percorso di screening dura circa due mesi e prevede quattro rilevazioni da effettuare con cadenza quindicinale. Per l’anno accademico 2021/2022, il test salivare, oltre che per l’attività di sorveglianza, verrà impiegato anche come strumento per evitare la chiusura di interi plessi in presenza di cluster scolastici.
Nelle classi non coinvolte da casi positivi potrà essere effettuato, su base volontaria, il tampone molecolare salivare, ripetuto per almeno due settimane, così da individuare in fase precoce una eventuale diffusione del contagio. Gli alunni asintomatici di età 6-11 anni hanno la possibilità di accedere gratuitamente, ogni 15 giorni, a un tampone antigenico rapido prenotando l’appuntamento presso le farmacie aderenti tramite il sistema regionale www.prenotasalute.regione.lombardia.it.

Gli studenti che presentano sintomatologie compatibili con il Covid, potranno, invece, prima del rientro a scuola, effettuare un tampone molecolare presso i punti tamponi gestiti dalle Asst presenti sul territorio, presentando il modulo di autocertificazione. Sedi, orari e modalità di accesso sono disponibili sui rispettivi siti istituzionali.


Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.