Como-Alessandria, gara che vale una stagione

Como esultanza

Un conto alla rovescia che è già iniziato. Non a poche ore dalla partita, ma fin da ora. Perché domenica prossima allo stadio Sinigaglia va in scena il match che vale davvero una stagione. Alle 15 sulle rive del lago, per la penultima giornata di campionato, il Como attende l’Alessandria.
La “madre di tutte le partite” si potrebbe dire, visto che gli azzurri, a due turni dalla fine, guidano la classifica del girone A con un punto di vantaggio rispetto ai piemontesi. Un incontro che interessa da vicino anche il terzo incomodo, la Pro Vercelli, terza in graduatoria, che è a 8 lunghezze dalla vetta, ma che deve disputare ben due sfide saltate per il Covid, con il Lecco (domani alle 15 ) e la trasferta con il Pontedera (il giorno 28).
L’attesa è già grande. Ad Alessandria è stata lanciata l’iniziativa “coloriamo la città di grigio”, per incoraggiare la squadra verso il match dello stadio Sinigaglia. Ed anche sul Lario è facile pensare che i tifosi non si faranno sfuggire l’occasione di mostrare agli uomini di mister Giacomo Gattuso – che riprendono oggi il lavoro – tutto il loro incoraggiamento, come hanno sempre fatto nei momenti delicati della stagione in corso.
Il Como nell’ultimo turno ha conquistato una vittoria preziosissima, un successo che vale oro, anche per come è arrivato. I lariani si sono imposti per 2-1 nel confronto in trasferta di Livorno, mentre l’Alessandria ha superato per 1-0 non senza fatica allo stadio Moccagatta la Pergolettese (sesta affermazione consecutiva).
I lariani di Giacomo Gattuso allo stadio Picchi hanno avuto il merito di ribaltare a loro favore un match che si era messo male. I padroni di casa, infatti, erano andati in vantaggio al 45°′ del primo tempo grazie a una realizzazione di Edgaras Dubickas. Ma nella seconda parte è arrivata la reazione degli azzurri: un secco 1-2 con le realizzazioni di Massimiliano Gatto, al 4°′ e Alessandro Gabrielloni al 18°′.
Un Como che ha mostrato carattere, a tre giorni dalla brutta sconfitta di Olbia e, soprattutto, dopo essere andato sotto pochi istanti prima dell’intervallo. Un segnale confortante per una squadra che, come ha spesso sottolineato il suo allenatore, in questa volata conclusiva più che sulle energie fisiche deve contare su quelle mentali.
Domenica, dunque, il match con l’Alessandria mentre la Pro Vercelli riceverà il Piacenza. Poi, nell’ultimo turno, azzurri in trasferta a Novara (in piena lotta per entrare nei playoff), Alessandria in casa con la Pro Patria (già certa di entrare negli spareggi di fine stagione), mentre la Pro Vercelli sarà ospite di una tra le più grandi delusioni di questa stagione, la Carrarese.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.