Como con il fiato sospeso per l’iscrizione, L’esposto per truffa intanto finisce a Pescara

Oggi la decisione dopo la vicenda della fideiussione
È finito su un tavolo della Procura di Pescara l’esposto presentato dal Calcio Como – firmato dall’avvocato del club, Anna Maria Restuccia – in merito alla tribolata vicenda della presunta falsa fideiussione per l’iscrizione al campionato di calcio di Prima divisione 2012-2013. Una denuncia che la società lariana ha depositato ritenendosi truffata dalle persone cui si era rivolta (dopo aver versato i soldi necessari) per ottenere l’iscrizione. In un primo momento, infatti, l’esposto era finito
sul tavolo del pubblico ministero Antonio Nalesso che tuttavia l’ha trasmesso per competenza a Pescara. Questo perché, come è noto, altre società sono finite nella bufera per la stessa presunta truffa e la prima a presentare denuncia fu il Chieti. Da qui la necessità di racchiudere tutte le vicende simili in un unico fascicolo in quel dell’Abruzzo. Una vicenda per cui il Como rischia molto (al pari di altre società come il già citato Chieti o il Treviso), e che troverà una soluzione solo oggi nel Consiglio federale di Roma che stabilirà i club ammessi e quelli non ammessi al campionato. In ballo ci sono anche punti di penalizzazione ma questi, ad oggi, sarebbero il minore dei mali.
Sinigaglia a nuovo per il Tottenham
«Vogliamo ringraziare i ragazzi della curva. Sono giorni che ci aiutano, lavorando al pomeriggio e alla sera anche nei festivi, per mettere a nuovo lo stadio per sabato». Sono parole di ringraziamento sentite quelle pronunciate da Daniele Brunati, il portavoce del Calcio Como, a poche ore dall’atteso match del Sinigaglia con gli inglesi del Tottenham (sabato alle 20.30). «Il campo da gioco è tornato quello di una volta, un biliardo che farà invidia agli inglesi – prosegue Brunati – e abbiamo ridipinto spogliatoi e bordi del campo. Anche l’illuminazione è stata rimessa a nuovo, sostituendo ben 32 lampade che mancavano».
Mercato: arriva Tremolada
Continua a muoversi anche il fronte del mercato azzurro. Ieri, dall’Inter in comproprietà è arrivato il giovane Luca Tremolada, centrocampista di appena 20 anni che si è già allenato con la squadra.
Lo scorso anno il giocatore era al Pisa dove ha disputato una ventina di partite.
Oggi invece potrebbe essere la volta della definizione del contratto con Daniele Donnarumma (anche lui 20 anni) che dovrebbe giungere sul Lario in prestito dal Napoli.

M.Pv.

Nella foto:
Il Tribunale di Como, dove è stato depositato l’esposto per la sospetta truffa sulla fideiussione

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.