Como, dopo la vittoria con il Renate domenica nuova sfida interna con la Pistoiese

2019-2020 Calcio Como

«Il Como mi è piaciuto, soprattutto nel secondo tempo, quando si è imposto con autorevolezza. La prima parte, invece, è stata meno brillante». Nino Balducci, opinionista di Etv, è soddisfatto – anche se non completamente – della prova di domenica scorsa degli azzurri. Allo stadio Sinigaglia i lariani si sono imposti per 2-0 contro il Renate, la terza forza del girone A di serie C. Decisive, due reti su rigore del bomber Simone Andrea Ganz.
Una affermazione che consolida il piazzamento del Como in zona playoff. Gli azzurri, infatti, sono al nono posto alla pari con l’Arezzo e domenica prossima – fischio d’inizio ancora alle 17.30 – sono attesi dal confronto con la Pistoiese, formazione che è undicesima a due lunghezze di distanza dalla squadra di mister Marco Banchini.
«Contro i toscani mi piacerebbe rivedere, ma per tutto l’incontro, l’atteggiamento della seconda parte di gara contro il Renate – afferma ancora Nino Balducci – Soprattutto ho apprezzato, schierati assieme, Alessio Iovine e Lorenzo Peli. Una mossa che avevo suggerito anche alla vigilia dell’incontro di Monza. A mio giudizio la formula ideale per questa squadra».
«Devo dire, allo stesso tempo – aggiunge l’opinionista di Espansione Tv – che il Renate, malgrado la sua classifica, non mi ha fatto una grande impressione. Nel Como è sicuramente positiva la doppietta di Ganz: vero che le reti sono arrivate su rigore, ma in quei casi possono anche tremare le gambe. Lui ha avuto il merito di essersi preso la responsabilità e di avere segnato». Grazie a questa doppietta Ganz ha raggiunto il compagno di reparto Alessandro Gabrielloni a quota 8 gol nella classifica dei marcatori.
In testa c’è Saveriano Infantino della Carrarese con 15 gol.
Balducci boccia invece Ismail H’Maidat: «Domenica scorsa mi ha deluso e, più in generale, non ricordo in questa stagione quelle giocate decisive che un po’ tutti si attendevano invece da lui».
«La cosa che mi fa piacere è che non abbiamo subito gol» ha detto, dal canto suo, l’allenatore del Como Marco Banchini, che poi ha aggiunto: «Stiamo continuando il nostro filotto positivo. Una riflessione è che la squadra è cresciuta molto dal punto di vista del gioco con le accelerazioni, è evidente che abbiamo sei mesi in più rispetto a inizio campionato, il nostro lavoro quotidiano sicuramente ci ha aiutati».
Domenica prossima, come detto, la partita contro la Pistoiese, reduce dal pari interno (1-1) contro la Carrarese. L’ultimo turno del girone A nella sostanza non ha regalato grandi sorprese. Prosegue il cammino in testa del Monza, che si è imposto per 2-1 sul campo della Pro Vercelli e che ora ha 15 punti di vantaggio sulla seconda, il Pontedera, bloccato (1-1 il finale) sul terreno del Novara. La Carrarese ha agganciato il Renate in terza posizione.
In coda rimane ultimo l’Olbia dell’ex comasco Oscar Brevi a 15 punti. Lo precede la Giana, (17) che ha vinto per 1-0 lo spareggio con il Gozzano, che ora è terzultimo con due punti in più rispetto alla formazione di Gorgonzola.
Il prossimo turno propone un gustoso anticipo, sabato, con il derby di Monza fra brianzoli e Lecco. I blucelesti hanno pareggiato (1-1) a Siena, continuando nella loro crescita. Ora sono sestultimi, fuori dalla zona playout. Tra le partite della domenica, oltre a Como-Pistoiese, spiccano una serie di sfide testa-coda come Carrarese-Giana Erminio, Olbia-Renate e Pergolettese-Novara.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.