Como femminile, Di Luzio e Piro per puntare alla promozione in A

Como femminile 2021

Colpi di mercato per un Como femminile che è al secondo posto nella classifica del campionato di serie B e non vuole lasciare nulla di intentato per puntare alla promozione. Un campionato sempre più competitivo, con le varie formazioni che si sono rinforzate per raggiungere il vertice.
Tra le varie mosse, spicca quella della Lazio del presidente Claudio Lotito, che ha chiamato ad allenare la sua compagine – avversaria delle lariane – Carolina Morace, personaggio-simbolo del calcio femminile italiano.
Il Como del presidente Stefano Verga non è rimasto fermo ed è andato a caccia di giocatrici che potessero rinforzare la rosa a disposizione del tecnico argentino Pablo Wergifker.
Gli ultimi acquisti sono stati Greta Di Luzio e Jenny Piro. Classe 1999, Di Luzio gioca come attaccante e nel corso della prima parte di stagione ha raccolto 10 presenze con il San Marino, in serie A.
Viene dalla massima serie anche Jenny Piro, classe 1983 che può agire a centrocampo e in attacco. Reduce da una lunga militanza al Bari con cui ha vinto il campionato di serie B nel 2017, ha fatto una scelta di vita, lasciando la società di cui è stata una bandiera e sposando il progetto portato avanti dal club biancoazzurro.
Prima degli arrivi di Di Luzio e Piro il Como aveva annunciato l’accordo con di Beatrice Abati, centrocampista cresciuta nell’Inter, poi passata al Napoli, che vanta presenze nelle nazionali giovanili.
In serie A vanno le prime due e il Como è secondo, anche se una serie di recuperi devono essere disputati dalle avversarie. La classifica, dunque, è in assestamento. Le lariane, comunque, hanno dimostrato di poter recitare un ruolo importante.
«Non vogliamo lasciare nulla di intentato – sostiene il presidente Stefano Verga – L’obiettivo era di rinforzare la rosa in un momento in cui abbiamo problemi a causa di una serie di infortuni. Ci servivano elementi di esperienza e un attaccante prolifico, come Di Luzio, che ha lasciato la serie A, credendo nel nostro progetto. Stesso discorso per Piro, che a Bari aveva grande considerazione, ma ha scelto di rimettersi in gioco con noi. Entrambe hanno grandissime motivazioni e sono sicuro che nella fase decisiva della stagione ci sapranno dare un supporto decisivo».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.