Como-Giana Erminio, azzurri per i tre punti

2019-2020 Calcio Como

Sabato sera allo stadio per i tifosi del Como. Reduci da tre pareggi consecutivi (con Arezzo, Pistoiese ed Olbia), i lariani oggi alle 20.45 sono attesi dalla gara interna con la Giana Erminio.
Dopo le due vittorie di inizio stagione gli azzurri hanno rimediato due stop e tre pari. L’obiettivo odierno, e non potrebbe essere altrimenti, è di ritrovare i tre punti.
Di fronte il fanalino di coda del girone A. La Giana Erminio – nome dedicato a un giovane ufficiale morto nella Prima guerra mondiale – è ultima in classifica e ha richiamato in panchina, dopo l’esonero di Riccardo Maspero, Cesare Albè, il suo storico allenatore. Albè, infatti, ha guidato la formazione di Gorgonzola dal 1994 al 2018. Ora, dopo la parentesi con Raul Bertarelli e Riccardo Maspero il nuovo incarico.
La settimana scorsa si era parlato di una nomina temporanea, ma, all’inizio di questa, la società, malgrado lo stop interno con il Pontedera, ha comunicato che il suo condottiero rimarrà in panchina fino al termine della stagione con l’obiettivo di conquistare una difficile salvezza.
Vincere per il Como non sarà semplice, proprio perché lo stesso Albè ha avuto tutto il tempo per dare la carica ai suoi uomini e per cominciare a ridisegnare la squadra. Ma d’altro canto gli azzurri di mister Marco Banchini sono chiamati ad un risultato differente rispetto a quelli delle ultime uscite.
Chi guarda il bicchiere mezzo pieno vede una classifica tutto sommato positiva, con i lariani in zona playoff; ma d’altro canto i meno entusiasti hanno fatto notare che nelle ultime due gare il Como ha incontrato formazioni in crisi e non è riuscito a ottenere il successo.
Tre punti di grande importanza questa sera, perché poi i lariani sono attesi da una serie di partite che sulla carta appaiono decisamente più difficili.
Dopo il match con la Giana Erminio, gli azzurri saranno infatti ospiti dell’Alessandria, la squadra seconda in classifica, una delle più serie interlocutrici della capolista Monza (atteso dal confronto di Arezzo). Poi seguiranno la gara interna con il Pontedera, una delle compagini più in forma e quella esterna con la Carrarese (infrasettimanale del 23 ottobre), team molto accreditato dagli addetti ai lavori. La domenica successiva allo stadio Sinigaglia il derby con il Lecco, che, come tutte le gare di questo tipo, è sempre particolare, senza pronostico.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.