Como in B, l’ispezione allo stadio Sinigaglia

Como Alessandria promozione in B

Futuro dello stadio Sinigaglia di Como: è atteso nelle prossime ore in città l’arrivo di un ispettore della Lega serie B. L’obiettivo è controllare e verificare le condizioni della struttura e soprattutto indicare le procedure necessarie per l’adeguamento dell’impianto cittadino alla seconda categoria calcistica nazionale.
In settimana gli assessori competenti e il sindaco incontreranno dunque l’incaricato della Lega Nazionale Professionisti per fare il punto sullo stadio, che nella stagione 2021-2022 ospiterà le partite degli azzurri in B e avrà bisogno di una serie di adeguamenti per essere riadattato al torneo cadetto.
Tra gli interventi più importanti, come da regolamento, c’è il potenziamento dell’illuminazione e l’installazione dei seggiolini, quelle che sono dette tecnicamente “sedute individuali”.
Dovrà essere affrontata inoltre la questione relativa al quarto settore: con l’impossibilità di utilizzare i vecchi “distinti”, la curva degli ospiti dovrebbe essere divisa in due. Quindi si arriverà a quattro sommando la tribuna centrale e la curva hangar dei sostenitori lariani.
Infine c’è anche il capitolo che riguarda la capienza del Sinigaglia: l’adeguamento per la B prevede una capacità pari a 5.500 posti (attualmente lo stadio è a quota 4.900).
Si tratta di lavori necessari per affrontare la nuova avventura dopo la promozione conquistata dalla squadra di mister Giacomo Gattuso. Lo studio delle opere da svolgere ha già preso il via da qualche mese e comprende anche una serie di adeguamenti interni. La lista delle prescrizioni è lunga e riguarda ogni aspetto, per esempio anche la creazione di una “mixed zone” riservata ai giornalisti per le interviste di fine partita.
Proprio il Sinigaglia sabato prossimo ospita la sfida di Supercoppa tra gli azzurri e la Ternana. Per il Como sarà l’ultimo match di una stagione che, a prescindere dal risultato dell’impegno con gli umbri, è stata comunque trionfale. Si gioca alle 17; gli azzurri hanno perso il primo match a Perugia per 2-1 e attendono la formazione dei record. I rossoverdi hanno infatti terminato a quota 90 punti.
Alla guida della compagine umbra, un volto noto come quello di Cristiano Lucarelli, attaccante di origine livornese che già in passato da giocatore è stato fiero avversario dei lariani.
Si gioca alle 17. Nel Como non ci saranno Ismail H’Maidat e Tommaso Arrigoni, squalificati per somma di ammonizioni. Tornerà a disposizione di Gattuso Alessio Iovine, in tribuna a Perugia per lo stop del giudice sportivo. Sono poi da valutare le condizioni di Matteo Solini e Davide Bertoncini, che non hanno partecipato alla trasferta allo stadio Curi per il Covid. Al pari di tutti i compagni di squadra saranno tenuti monitorati in questi giorni; poi, in caso di negativizzazione, saranno valutate le loro condizioni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.