Como in campo domani con l’Arezzo: «Attenzione alla carica nervosa dei toscani»

Calcio Como Marco Banchini

Una squadra in crisi, che finora ha ottenuto soltanto quattro punti ed è reduce dalle sconfitte interne con La Juventus Under 23 (1-2) e con l’AlbinoLeffe (0-1). L’Arezzo domani alle 18.30 sarà ospite del Como allo stadio Sinigaglia nel turno infrasettimanale.
I lariani, dal canto loro, dopo gli stop con Monza e Renate sabato sera hanno rialzato la testa, pareggiando 1-1 nella trasferta di Pistoia. In un campionato dominato dal Monza (cinque vittorie in altrettanti incontri disputati, l’ultima sul campo del Lecco), i lariani sono nel blocco delle formazioni al settimo posto con 7 punti, alla pari con Carrarese e Pianese. L’Arezzo è quartultimo con un bilancio finora deludente: un successo, un pari e tre sconfitte.
Ieri è stata giornata di conferenze stampa. Nella città toscana è toccato al direttore Ermanno Pieroni fare il punto della situazione e confermare la fiducia all’allenatore Daniele Di Donato, che dunque domani sarà in panchina allo stadio Sinigaglia.
A Como, invece, nel giorno del suo 39° compleanno ha parlato l’allenatore Marco Banchini, che si è soffermato sia sulla gara di domani con l’Arezzo, sia su quella di sabato scorso allo stadio Melani.
«Dopo il sesto turno, quello di domani – ha detto il mister azzurro – sarà più chiaro il quadro delle gerarchie del girone A. Sicuramente nella giornata infrasettimanale sarà favorito chi ha un organico con più alternative».
«Noi arriviamo alla sfida con l’Arezzo – ha aggiunto Banchini – pronti ad affrontare una formazione che avrà una forte carica nervosa. Da Pistoia ho avuto indicazioni molto positive. Quando siamo finiti in svantaggio non ci siamo innervositi e non ci siamo fatti prendere dalla frenesia».
Allo stadio Melani, infatti, i padroni di casa sono andati in vantaggio in vantaggio con Gabriele Ferrarini al 30’′ del primo tempo. Pari degli ospiti con Simoneandrea Ganz (che proprio sabato festeggiava 26 anni) al 72’.
«La Pistoiese ha segnato nel nostro migliore momento. Ma noi siamo stati bravi a reagire, con calma e pazienza, in quello che era un ambiente molto caldo e in cui non è mancata qualche provocazione. Siamo stati in partita e abbiamo pensato a giocare contro un avversario con elementi di esperienza e di categoria».
Dopo il match con l’Arezzo finirà il primo miniciclo del campionato. «E noi andremo avanti con i nostri principi – spiega ancora il tecnico degli azzurri – ossia lavorare in settimana per aiutarci durante le partite. Non è un caso che Ganz sabato sera abbia dedicato il suo gol ai compagni di squadra, una rete segnata “alla Inzaghi” con un taglio da giocatore di basket. Dobbiamo migliorarci costantemente, prendendo ciò che è positivo come un punto di consapevolezza per crescere».
Finora le realizzazioni degli azzurri sono state degli attaccanti, Alessandro Gabrielloni e lo stesso Simoneandrea Ganz: «Adesso attendo i centrocampisti e i difensori, soprattutto con inserimenti sulle palle inattive».
Il discorso torna poi sul match di domani contro l’Arezzo. «Una formazione che verrà a Como con grandi motivazioni. Non farò un grande turnover, anche se qualche cambio ci sarà sicuramente, per dare riposo a chi ha giocato sempre». Tutti disponibili tranne il centrocampista Francesco Marano, che deve scontare un turno di squalifica.
Marco Banchini, infine, si è concesso una riflessione generale sul campionato dopo cinque giornate. «Il Monza è stato costruito per vincere, è considerato il favorito e sta rispettando i pronostici degli addetti ai lavori. Al secondo posto c’è il Renate, squadra che ho seguito, la cui forza conoscevo e che quindi non mi sta sorprendendo. Mi sarei aspettato qualcosa in più, e immagino anche i tifosi di questi club, da Carrarese e Siena. Poi ci sono tutte le altre in un gruppo che è all’insegna dell’equilibrio. Sicuramente non mancheranno le sorprese e club che emergeranno: ovviamente il mio auspicio è che tra queste formazioni ci sia anche il Como».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.