Como, la “prima” al Sinigaglia. Gattuso: «Torniamo a respirare calcio vero»

Stadio Giuseppe Sinigaglia

“Prima” casalinga per il Como, che oggi alle 14 attende nel rinnovato stadio Sinigaglia l’Ascoli. Nella formazione lariana mancheranno solo Lorenzo Peli e Dario Toninelli, che non hanno ancora recuperato al meglio dai rispettivi infortuni. Gli altri azzurri sono tutti disponibili, compresi quelli che sono stati impegnati per le sfide delle squadre nazionali. Partite di qualificazione ai prossimi Mondiali andate in scena negli scorsi giorni, che hanno costretto campionato di B ad osservare un weekend di pausa. La terza giornata ha preso il via ieri sera con l’anticipo fra Benevento e Lecce, terminato con il punteggio di 0-0.
«Abbiamo approfittato dello stop per recuperare qualche giocatore acciaccato – afferma l’allenatore Giacomo Gattuso – Ci siamo preparati al meglio e siamo pronti per affrontare questa partita. La condizione fisica è migliorata e sono molto contento, perché in questo modo potrò fare le scelte che riterrò più corrette. Avere tanti atleti a disposizione è uno stimolo per tutti e aumenta la competitività».
C’è grande attesa sul Lario tra i tifosi, come testimoniano i confortanti numeri delle prevendita. I tagliandi sono andati a ruba, soprattutto quelli dei i settori “curva” e “distinti”.
«Sono lieto per questa grande risposta – afferma il mister – Finalmente si torna a respirare calcio vero nella nostra città. Da anni non si viveva questa bella atmosfera, che si sente da qualche giorno. C’è una adrenalina positiva che ci fa bene. La promozione della scorsa stagione e il buon inizio di campionato hanno creato un grande entusiasmo». Il Como arriva a questo match dopo due pareggi esterni, conquistati sul campo di formazioni ambiziose come il Crotone, appena retrocesso dalla serie A, e il Lecce. Il test di oggi è comunque probante per i lariani, visto che l’Ascoli è una formazione che finora ha sempre vinto, contro il Cosenza all’esordio e poi in trasferta a Perugia. Ma anche il Como, con una lunga serie di nuovi acquisti e alcuni innesti mirati giunti da società di serie A, vuole dimostrare di essere un interlocutore autorevole per tutti gli avversari che affronterà nella stagione 2021-2022.
«Veniamo da due partite fatte bene – sostiene ancora mister Gattuso – Ma in casa l’atteggiamento dovrà essere più spavaldo rispetto alla trasferta. Noi ci dobbiamo provare, vogliamo dettare la partita, cercare di avere il pallino e dare una impronta forte alla gara. Il mio pensiero, in ogni caso, è di schierare un undici equilibrato fin dal primo minuto».
«L’obiettivo è fare bene davanti al nostro pubblico – sono le parole dell’allenatore degli azzurri – A livello generale sono contento per come la squadra lavora nel quotidiano e per quello che trasmette. Ora c’è la partita e l’auspicio è trovare continuità di risultati e far capire a tutti che questo Como può lasciare un segno importante».
Un incontro che stuzzica anche gli appassionati di calcio del passato, soprattutto quello degli anni ’80, quando i due club in serie A erano nel gruppo delle cosiddette “provinciali”, pronte a mettere in difficoltà in ogni circostanza i grandi club.
Il bilancio è a favore della squadra marchigiana, che ha vinto 9 incontri su un totale di 18 disputati tra serie A, B e Coppa Italia; sei le vittorie dei lariani, 3 i pareggi.

QUI ASCOLI

Vigilia nel ritiro di Lomazzo per l’Ascoli, che arriva a Como carico, reduce dalle vittorie contro il Cosenza (1-0 all’esordio) e a Perugia (per 3-2 allo stadio Renato Curi). In rosa anche il bulgaro Atanas Iliev, che ha appena segnato all’Italia, con la maglia della Bulgaria, nella gara di Firenze di qualificazione ai Mondiali terminata 1-1.
Allenatore dei bianconeri è Andrea Sottil, ex giocatore che vanta importanti trascorsi nelle categorie maggiori con Torino, Fiorentina, Atalanta, Udinese, Genoa e Reggina.
Sul sito ufficiale della società bianconera Sottil ha presentato con queste parole la sfida odierna al Sinigaglia. «Abbiamo avuto la possibilità di lavorare senza l’assillo del risultato e questo ci ha aiutati a mettere dentro condizione fisica, intensità, chilometri, soprattutto per chi era un po’ indietro».
«Ci siamo preparati bene, con serenità, calma, con grande applicazione e determinazione, anche sotto il profilo tecnico-tattico, cercando di migliorare le due fasi ed essere più rapidi quando andiamo all’esecuzione – ha aggiunto – Ho visto il gruppo crescere. Si respira positività dopo le due vittorie».
«Il Como è una delle squadre più attrezzate, è reduce dalla vittoria del campionato scorso, ha una società solida, ha preso calciatori di grande caratura come Alberto Cerri e Antonino La Gumina, oltre a Filippo Scaglia, difensore di assoluto valore – ha aggiunto Sottil – Inoltre ha mantenuto l’ossatura che ha consentito di vincere in serie C».
Quale, quindi, la ricetta, per provare a scardinare la formazione di Giacomo Gattuso?
«Abbiamo grandissimo rispetto per i nostri avversari – ha spiegato l’allenatore dell’Ascoli – Noi faremo una partita di grande concentrazione, calma, dobbiamo dare continuità ai risultati positivi, li affronteremo con serenità nell’arco dei 100’, con l’intento di saper leggere tutti i momenti della gara».
«Il Como ritrova il suo fortino, il Sinigaglia, la sua casa, quindi ci aspettiamo un ambiente carico, compatto, con uno stadio gremito – ha concluso il tecnico bianconero – ci saranno i nostri tifosi, anche se in misura minore per via delle regole anti Covid, ma si faranno sentire e saranno determinanti come a Perugia. Siamo pronti per giocare questa partita».

IL DIRETTORE DI GARA

Quale arbitro della sfida odierna fra Como e Ascoli è stato designato Antonio Giua, della sezione Aia di Olbia. Laureato in Ingegneria gestionale (nella foto il giorno della discussione della tesi) Giua è nato a Sassari nel 1988 e risiede a Calangianus. Nello scorso campionato fu contestato proprio dai bianconeri marchigiani per un rigore non fischiato nel recupero finale della gara in trasferta con la Salernitana, vinta dalla formazione campana con il punteggio di 1-0.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.