Como, l’ira di Corda: «Con il Seregno una prova inguardabile. Da qui alla fine l’atmosfera sarà pesante»

Calcio Como Seregno

«Ora noi dobbiamo provare a vincere tutte le partite che mancano da qui alla fine, ma il destino non è più nelle nostre mani. Tutto dipende anche dai risultati del Mantova». Parole di Christian Anelli, difensore del Como, dopo il pari di domenica scorsa con il Seregno, che riassumono il malessere in casa azzurra.
Alla fine del campionato mancano sette giornate e ora, dopo che il Mantova ha battuto la Pro Sesto, la situazione si è complicata. I virgiliani guidano il girone B con un punto di vantaggio sui lariani. Pochissimo di per sè; ma tantissimo se si considera che pensare ai biancorossi sempre vincenti da qui alla fine non è una ipotesi lontana dalla realtà. Un punto che potrebbe avere un altissimo peso specifico.
Il giorno dopo il pari per 0-0 con il Seregno il direttore del club Ninni Corda non ha ancora digerito la prova degli azzurri. «Una prestazione inguardabile – sostiene – Non è stato il Como che eravamo abituati a vedere».
«Ora siamo costretti a osservare i risultati del Mantova e a sperare in un exploit delle sue avversarie – aggiunge – Proprio l’ultima cosa che avremmo voluto».
Oggi alla ripresa degli allenamenti l’atmosfera non sarà molto idilliaca. «Altro che, sarà molto pesante – conclude Corda – Da qui al 5 maggio bisognerà lavorare, stare zitti, impegnarsi e pensare a vincere tutte le partite. Non abbiamo alternative».
Il calendario del Como e del Mantova, come noto, è lo stesso. I virgiliani da qui alla fine incontreranno esattamente nello stesso ordine le avversarie degli azzurri.
Domenica, mentre i lariani andranno a Rezzato, il Mantova sarà ospite del Pontisola, che prima della pausa era stato sconfitto sul suo campo per 2-1 dagli uomini di mister Marco Banchini. Poi, il 31 marzo, allo stadio Martelli i biancorossi riceveranno il Seregno di mister Andrea Ardito, che nell’ultimo turno ha bloccato il Como.
«Io ho fatto il mio dovere, come è giusto – ha detto Ardito a fine gara – Ovviamente la mia speranza è di ottenere un risultato positivo anche a Mantova, visto che non possiamo considerarci ancora salvi».
E sicuramente il destino del campionato passerà anche dalle motivazioni delle avversarie delle due formazioni che si contendono il primato.
In teoria il prossimo turno si presenta più agevole per la capoclassifica, che affronta la sesta forza del campionato, mentre gli azzurri sono ospiti della terza in graduatoria.
Il Como 1907 ieri ha comunicato che i biglietti per la partita di Rezzato saranno in vendita anche in città. I biglietti costano 15 (tribuna centrale) e 10 euro (settore ospiti) e si potranno trovare in orari d’ufficio nella sede di via Sinigaglia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.