Como, multato il bar aperto per protesta nonostante il divieto

Alberto Vetrano barista multato

Sulla lavagna all’esterno del locale c’è scritto “Nel rispetto delle norme igienico sanitarie dei vari Dpcm mantenendo il distanziamento io e gli altri 70.000 commercianti aderiamo all’iniziativa #IoApro1501”. Ha protestato ed è stato multato dalla polizia locale Alberto Vetrano, titolare del bar pasticceria Arte Dolce Lyceum di via Cesare Cantù. Un’apertura non solo simbolica la sua, con camerieri, tavolini e clienti anche all’interno del locale. Gli agenti della polizia locale intervenuti non hanno potuto chiudere un occhio. Al titolare del locale è stata così elevata la contravvenzione di 400 euro, con sanzione ridotta a 280 euro nel caso il pagamento venga effettuato entro cinque giorni.

Alberto Vetrano barista multato
Alberto Vetrano barista multato

Solidarietà a Vetrano è stata espressa dal presidente di Confesercenti Como, Claudio Casartelli, ma pure dall’assessore alla Polizia Locale di Palazzo Cernezzi, Elena Negretti.
“La polizia locale è intervenuta dopo più di una segnalazione e ovviamente ha applicato la normativa. Si tratta anche di un’attività in un punto di passaggio – spiega l’assessore – Il gestore ha compreso in pieno l’intervento degli agenti e tutto si è svolto senza attriti. Dal punto di vista umano non posso che esprimere la solidarietà per il titolare per chi da tanti mesi non lavora più o si è visto stravolgere la quotidianità”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.