Como, tour de force decisivo dopo la sfida con il Renate

Como Olbia 2-2

La partita di lunedì con il Renate con un grande valore, senza dubbio, ma l’impressione è che il vero snodo della stagione del Como sia nel mese di febbraio.
I lariani dopo la vittoria di mercoledì ad Alessandria – che ha esonerato mister Angelo Gregucci, al suo posto Moreno Longo – ora sono secondi in classifica a due punti dai nerazzurri, che nel posticipo del prossimo turno saranno ospiti sulle rive del lago.
Ma si tratta della prima di ritorno di un torneo ancora lungo, che prevede per le sue protagoniste ben otto incontri fra il 31 gennaio e il 2 marzo, con 24 punti a disposizione nel giro di un mese.
Ecco perché, al di là dell’indubbio interesse per la sfida di vertice di lunedì sera, servirà davvero cercare di non fallire nella fase successiva, con la migliore gestione del turn-over e delle forze a disposizione, visto che si giocherà sempre ogni 3-4 giorni.
Allo stesso tempo è ben difficile prevedere, per Como e Renate, partite cosiddette “facili”, visto che nella seconda parte tutti hanno un obiettivo a cui aggrapparsi (primo posto, playoff e lontananza da playout e zona retrocessione). E poi proprio la storia di questo campionato ha regalato gare equilibrate anche nelle sfide cosiddette “testa-coda”.
Per quanto riguarda gli uomini di mister Giacomo Gattuso, una volta archiviata la pratica Renate, la seconda di ritorno, il 31 gennaio prevede la trasferta a Pistoia. Il successivo 3 febbraio, sfida infrasettimanale allo stadio Sinigaglia contro la Juventus Under 23, seguita dal match dello stadio Rigamonti-Ceppi, il derby con il Lecco (il 7). Il 14 arriva a Como la Lucchese, attuale fanalino di coda, mentre mercoledì 17 gli azzurri faranno visita a Crema alla Pergolettese.
La domenica dopo sarà ospite degli uomini di Gattuso la Giana Erminio, allenata dall’ex Oscar Brevi; sabato 27 l’ultimo impegno del mese a Busto Arsizio con la Pro Patria, attualmente una delle squadre più in forma. Mercoledì 2 marzo la sfida in Sardegna con l’Olbia.
Otto partite ravvicinate che poi determineranno i valori definitivi di questo campionato in vista della volata finale di un girone che per ora vede in fuga proprio Renate e Como. I nerazzurri hanno 42 punti, il Como 40 e la terza, ben distanziata, è la Pro Vercelli a quota 32. Seguono Alessandria (31), Pro Patria (30), Juventus Under 23, Lecco e Carrarese (29).
Il Renate, peraltro, ha già raggiunto l’accordo per lo stadio da utilizzare in caso di promozione in serie B. L’amministratore delegato del Monza Adriano Galliani ha infatti offerto ai “cugini” l’utilizzo dell’impianto della città brianzola. Sul mercato i nerazzurri si sono mossi con l’arrivo del difensore Bruno Vicente, 31 anni; il Como ha invece annunciato la separazione da Simone Sbardella, che scende in serie D nella squadra romana del Trastevere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.