Como Nuoto femminile, l’incitamento della Regione

Como Nuoto femminile 2021-2022

«Insieme per crescere, in acqua per vincere: è il messaggio che ci lanciano le “Rane rosa” della Como Nuoto ed è per noi un grande orgoglio averle qui a Palazzo Pirelli e poterle premiare per lo straordinario traguardo raggiunto». Cerimonia, ieri alla sede della Regione Lombardia, con la formazione femminile cittadina di pallanuoto che ha appena conquistato la promozione in serie A. Le parole sono del presidente dell’assemblea regionale Alessandro Fermi, che ha salutato dirigenti, staff tecnico e giocatrici. Al suo fianco l’assessore regionale al Turismo Lara Magoni e i consiglieri lariani Gigliola Spelzini, Angelo Orsenigo e Raffaele Erba.
«Como Nuoto per il territorio lariano non è solo una storia di sport e di agonismo, ma investe l’intero tessuto sociale ed educativo della comunità – ha aggiunto Fermi – Possiamo ben dire infatti che ogni famiglia di Como e della sua provincia abbia un parente che gareggia o abbia gareggiato con i colori di una società che ha cresciuto e formato centinaia di ragazzi all’insegna di sani valori e principi di vita».
Nell’occasione erano presenti le atlete Ginevra Frassinelli, Maddalena Nina Fisco, Greta Ielmini, Alice Giraldo, Jamila Tedesco, Gaia Lanzoni, Anita Radaelli, Anna Cassano, Francesca Cattaneo e Francesca Gorri, accompagnate dal presidente Mario Bulgheroni, dall’allenatore Stefano “Tete” Pozzi e dal direttore sportivo della pallanuoto femminile Martino Romanò.
Assenti giustificate le giocatrici Rebecca Bianchi e Bianca Romanò, in questo momento con la Nazionale Under 20.
Il campionato di serie A delle “Rane rosa” scatterà il prossimo 23 ottobre. Le partite saranno giocate sempre di sabato; in mancanza della piscina di Muggiò, gli incontri interni dovrebbero essere disputati – l’accordo sta per essere raggiunto – a Monza.
La squadra si sta allenando da un paio di settimane, con ben tre sedute organizzate in viale Geno alle 6.15 del mattino. Un orario che è funzionale alle esigenze delle giocatrici, che sono studentesse o lavoratrici. Nella nuova serie A non ci saranno grandi stravolgimenti. Di fatto il campionato sarà disputato con il gruppo che lo scorso 11 luglio ha conquistato la promozione, vincendo lo spareggio playoff, anche se non è da escludere qualche innesto last minute.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.