Como ostaggio di cantieri e di traffico. Istituita in Prefettura la cabina di regia

Auto in coda in via Borgovico

Cantieri e caos sulle strade comasche, interviene la Prefettura. È stata istituita una cabina di regia per monitorare la viabilità e tutti gli eventi che possono creare situazioni di disagio nel territorio lariano.

La decisione è stata presa nel pomeriggio di venerdì durante la riunione in Prefettura, in via Volta a Como, per fare il punto della situazione legata ai numerosi cantieri in città che da giorni creano caos, code e rallentamenti, paralizzando la viabilità cittadina.
«Sono soddisfatto che la Prefettura abbia accolto la mia richiesta di creare una cabina di regia per gestire la viabilità e cercare così di evitare il caos sulle strade cittadine», ha spiegato a margine dell’incontro Matteo Monti, sindaco di Cernobbio.
Intanto è polemica da parte del sindaco di Maslianico, Tiziano Citterio, che non è stato inviato a partecipare alla riunione in Prefettura.
«Non siamo stati invitati ma il nostro Comune potrebbe avere conseguenze disastrose ad agosto», ha detto.
Il riferimento del primo cittadino è alla chiusura del ponte di ferro. La settimana dal 9 al 13 agosto il cavalcavia che collega la strada che da via Asiago porta in dogana a Maslianico resterà chiuso per permettere le operazioni di controllo.
Nella stessa settimana potrebbe chiudere anche la galleria Quarcino e allora i camion diretti in dogana tramite autostrada saranno costretti a uscire a Monte Olimpico.
Anche se quest’ultima ipotesi non dovesse però avverarsi, il caos sulla viabilità potrebbe verificarsi ugualmente.
«Con il ponte di ferro chiuso ai camion l’ipotesi è che i tir dovranno lasciare il rimorchio in dogana per poi avviarsi, con la motrice, in direzione Cernobbio per poi svolgere le operazioni doganali e dunque risalire a Maslianico – spiega Citterio – Con il ponte di ferro chiuso sarà il caos».
Nel vertice della cabina di regia in prefettura erano presenti anche i vertici di Anas e Autostrade per l’Italia che hanno garantito uno slittamento di due ore, dalle 21 alle 23, dell’orario di inizio dei cantieri notturni.
La questione è ora al vaglio della neonata cabina di regia che, stando all’agenda della prefettura di Como, tornerà a riunirsi giovedì prossimo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.