Como, più caro un parcometro su cinque

alt

Il nuovo piano della sosta

(f.bar.) Eliminazione delle incongruenze e riorganizzazione. Sono gli imperativi che hanno guidato l’opera di ridisegno della sosta in città. E delle relative tariffe. Ieri mattina è stato finalmente tolto il velo sul piano studiato dalla giunta guidata dal sindaco Mario Lucini.
«Nel nostro lavoro non c’è mai stata l’intenzione di fare cassa – ha specificato l’assessore comunale alla Mobilità, Daniela Gerosa – Sui 3.800 posti blu esistenti non abbiamo ritoccato le tariffe del 65%

dei parcometri. Le abbiamo diminuite nel 13% dei casi e infine sono state aumentate nel restante 22%. Invariati, inoltre, sono rimasti i costi dei posti auto immediatamente all’esterno della città murata».
La nuova era della sosta a Como partirà entro il mese di febbraio. «Si è trattato di un lavoro articolato e complesso che ha tenuto conto delle esigenze di tutti – aggiunge il sindaco Mario Lucini – Sicuramente non abbiamo creato confusione. Anzi, l’abbiamo eliminata».
Sono inoltre emersi ulteriori dettagli anche sulla futura Zona a traffico limitato che in piazza Roma scatterà entro il 15 febbraio mentre in piazza Volta la data è quella del 15 marzo. Per quanto riguarda l’area di piazza Roma, nella prima fase il transito e le fermate dei bus ai Portici Plinio non verranno modificati. Successivamente, con l’installazione del semaforo in via Rodari, i mezzi pubblici verranno spostati e transiteranno in doppio senso da piazza Roma, liberando i Portici Plinio.
Sempre qui, in futuro, un’area servirà per il carico e scarico dei bus turistici. In piazza Volta, invece, la Ztl sarà attivata nelle vie Grassi e Garibaldi – in quest’ultima strada i parcheggi diventeranno gialli – mentre in via Rubini verrà istituito il doppio senso di circolazione, eliminando gli attuali posti.
E in piazza Volta (zona Jasca), resteranno alcuni stalli blu. In seguito, la Ztl comprenderà anche via Rubini e piazzetta Jasca. Per il ritiro dei relativi pass, nei prossimi giorni i residenti che avevano consegnato la domanda saranno contattati dalla polizia locale. «Il futuro di entrambe le piazze verrà disegnato da concorsi di progettazione e non di idee – spiega l’assessore Gerosa – che saranno banditi dall’amministrazione in primavera». Per quanto riguarda i nuovi varchi telematici a controllo della Ztl si comincerà a lavorare entro la fine dell’anno.
Sulle tariffe, la città è stata suddivisa in quattro aree concentriche con costi per la prima ora di sosta compresi tra 2 euro e 50 centesimi. Ecco il dettaglio: la zona A che comprende piazza Volta e via Bertinelli, per un totale di 36 posti auto, costerà 2 euro la prima ora e 2 euro per le successive. Nella zona B (Valduce, il girone, Funicolare, viale Varese, fino alle vie Zezio e Gorio escluse, per un totale di 611 posti auto), si pagherà un euro per la prima ora e 2 euro le successive. In zona C (la punta di Villa Olmo, quella di Villa Geno e tutta l’area centrale interna al Cosia, per un totale di 1.061 posti auto), il costo sarà un euro per la prima ora e un euro per le successive. Infine, in zona D, che comprende il resto della città, per un totale di 471 posti auto, si pagheranno 50 centesimi per la prima ora e un euro per le successive.
Entro il 15 marzo, inoltre, i parcheggi a ridosso delle Ferrovie Nord, di fronte a piazza Verdi, ora gialli, diventeranno blu (2 euro la prima ora, 2 euro le ore successive). Altri stalli blu (50 centesimi la prima ora, un euro le ore successive) con possibilità di abbonamenti annui a 165 euro per i residenti in via Gorio (10 posti) e in via Crispi (25 posti).
Ci sarà anche la trasformazione dei parcheggi di via Caniggia (ora gialli) in stalli blu (un euro la prima ora, 2 euro le ore successive).
È poi stata studiata per 888 posti in convalle (in via Castelnuovo, via Regina, all’Ippocastano in via Moro, al Pulesin lungo via Bellinzona, in via Regina, in viale Geno, a Villa Olmo, viale Puecher, piazzale Somaini) la sosta lunga, dedicata a turisti e pendolari, che prevederà tariffe dai 3 ai 4 euro massimi per l’intera giornata.

Nella foto:
Per quanto riguarda la zona di piazza Roma, nella prima fase, il transito e le fermate dei bus ai Portici Plinio non verranno modificati. In seguito, con l’installazione del semaforo in via Rodari, i mezzi pubblici verranno spostati e transiteranno in doppio senso da piazza Roma

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.