Como spegne la rete Wi-Fi. A Varese e Lecco si naviga gratis

alt

Città senza fili
Il Comune di Como invece spegne la rete Wi-Fi

(m.d.) Como ha deciso di tirare i remi in barca e di spegnere la rete wireless comunale. A Lecco e a Varese, invece, la connessione pubblica, gratuita e senza fili a Internet viaggia a gonfie vele.
Dopo quattro mesi di sperimentazione, Palazzo Cernezzi ha annunciato ieri l’intenzione di sospendere il servizio. Nei prossimi giorni sarà disattivata la rete Wi-Fi e verranno tolti i cartelli che indicano i punti della città in cui era finora garantita, ai comaschi e ai turisti, la connessione

senza fili gratuita a Internet.
«La speranza – ha spiegato l’ingegner Giovanni Fazio, direttore del Settore controlli di gestione e sistemi informativi di Palazzo Cernezzi – era di rendere la connessione autosostenibile grazie alla pubblicità ma bisognerebbe disporre di un budget maggiore che il Comune al momento non ha e per continuare la sperimentazione ci vorrebbe uno sponsor». Da qui lo stop alla sperimentazione, in attesa di valutare nuove modalità per fornire il servizio in riva al Lario.
Se Como registra una battuta d’arresto, Lecco e Varese proseguono invece sulla strada intrapresa e continuano a garantire un accesso rapido e gratuito alla rete. Un servizio erogato non direttamente dalle amministrazioni cittadine, ma attraverso la collaborazione con società specializzate: InternetOne nel caso di Varese, MediaWebView per quanto riguarda Lecco.
In entrambe le città, il sistema funziona previa registrazione dell’utente che può essere fatta al momento della connessione, con l’invio delle necessarie username e password attraverso un sms al cellulare della persona che ne fa richiesta. E sono previsti filtri per impedire l’accesso a siti inopportuni, come per esempio quelli vietati a minori di 18 anni o con contenuti che istigano alla violenza.
Sia il Comune di Lecco sia quello di Varese hanno inoltre predisposto sul territorio una serie di hotspot, punti cioè in cui la connessione Wi-Fi è disponibile e garantita.
«La nostra rete Wi-Fi funziona ed è gratuita – dice il sindaco di Varese, Attilio Fontana – Siamo partiti nella scorsa primavera: per ora tutto procede bene e siamo soddisfatti. Si tratta di un servizio che alle casse comunali non costa nulla. La connessione a Internet è infatti garantita grazie all’accordo raggiunto con una società specializzata, la quale è soddisfatta perché gli accessi sono numerosi e si traducono in incassi pubblicitari. Noi abbiamo messo a disposizione soltanto i luoghi dove posizionare i ripetitori, che sono però stati installati a spese della società stessa».

Nella foto:
Il Comune di Como ha deciso di disattivare la rete wireless dopo 4 mesi di sperimentazione

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.