Como, taxi gratuiti per lo shopping natalizio

Lo shopping nel centro di Como

Si chiama Taxi 4 Shop progetto avrà durata dal 6 al 24 dicembre del 2018 dalle 10 alle 20,30 dal lunedì alla domenica a Como. L’obiettivo è agevolare i clienti che si sono recati in convalle per lo shopping natalizio facilitandone il rientro in un autosilo di cintura oppure in albergo, se si tratta di turisti: l’iniziativa proposta consente di tornare carichi di borse utilizzando il taxi a tariffa agevolata o addirittura gratuitamente, nel caso dei turisti in albergo.

Le stazioni di partenza dei taxi saranno in piazza Perretta e nell’area antistante la stazione Nord a Lago, in piazza Matteotti. Il cliente potrà presentarsi ed esibire al taxista il coupon per raggiungere le destinazioni previste: con la tariffa agevolata di 10 euro si può raggiungere un luogo sulle direttrici di Tavernola e Valmulini con capolinea ai rispettivi autosili e a tariffa agevolata di 8 euro le direttrici per Villa Olmo (parcheggio del Pulesin), Castelnuovo, Ippocastano, San Martino. In tutti i casi lungo il cui tragitto vi sono strutture alberghiere. Il servizio sarà garantito tutti i giorni della settimana, da lunedì a domenica, fino ad esaurimento dei coupon.

Ogni taxi e attività commerciale aderenti all’iniziativa apporranno una vetrofania che consente al cliente di individuare l’offerta. Vetrofanie e coupon saranno confezionati e stampati dall’amministrazione che delegherà al DUC la parte ideativa.

Le attività selezionate dal bando offriranno ai clienti in via sperimentale la corsa del taxi, sia a tariffa agevolata che gratuitamente.

· 4 imprese distribuiranno 800 coupon a tariffa agevolata (10 e 8 euro per le direttrici sopra descritte) sarà dato ad ogni attività selezionata un carnet di 200 coupon numerati con timbro del negozio

· 5 imprese distribuiranno 500 coupon  per la corsa gratuita: ad ogni attività selezionata sarà fornito un carnet da 100 coupon numerati con timbro del negozio del valore di 10 euro l’uno e fino ad un massimo di 1000 euro erogati dal Comune sotto forma di contributo a fondo perduto e fino al 100% di copertura della spesa ammissibile.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.