Como, tre gol alla Juventus

alt

Azzurri brillanti nel test infrasettimanale contro i campioni d’Italia

Alla fine sono arrivati i complimenti da parte di Antonio Conte e dello staff della Juventus. L’amichevole fissata di corsa nei giorni scorsi ha mostrato un bel Como: a Vinovo, infatti, i campioni d’Italia in carica hanno battuto i lariani per 4-3. Sarà stato un test infrasettimanale, ma la partita è stata anche vera, con gli azzurri che hanno perso ma che, a guardare il bicchiere mezzo pieno, hanno pur sempre segnato 3 reti alla formazione che, almeno in Italia, sta dominando.
Un test

di lusso per il Como, probante per i padroni di casa. Antonio Conte, mister della Juventus, aveva chiesto di avere di fronte una squadra di Lega Pro «forte» e quella lariana gli ha sicuramente dato filo da torcere. Uomo di carattere, il tecnico bianconero non sarà stato felice – sebbene in una amichevole infrasettimanale – nell’aver visto la sua squadra subire tre reti.
La Juventus nel finale ha realizzato la rete del 4-3, ma il Como prima era stato in vantaggio, addirittura per 2-0, grazie alle realizzazioni di Gammone e di un redivivo Perna. Poi i bianconeri hanno fatto il sorpasso con Quagliarella (doppietta) e Giovinco. Nuovo pari azzurro con Panatti e poi gol decisivo dei campioni d’Italia. E siccome l’amichevole era rigorosamente a porte chiuse, c’è una piccola querelle sulla rete del 4-3: il sito Internet della Juventus l’attribuisce a Quagliarella, quello del Como a Vucinic.
Ma la cosa più importante, al di là di questo, è stata la bella prestazione degli azzurri al cospetto di una grande squadra che, anche in amichevole, non ci sta a perdere.
Da segnalare che nella seconda parte mister Colella ha schierato il difensore svedese, di origini bosniache, Mirza Mujci, che da qualche giorno è in prova a Orsenigo.
«Una buona prestazione la sua» dice l’allenatore del Como che poi sulla partita aggiunge: «Va presa per il valore che ha, come quello di un test infrasettimanale. Logico che fare tre gol alla Juventus faccia sempre piacere ed è bello confrontarsi con una squadra così. Tutte occasioni per crescere».
«Ho visto un bel Como – afferma il responsabile dell’area tecnica Giovanni Dolci – in una partita in cui, al di là dell’aspetto amichevole, nessuna delle due squadre ha mai mollato fino al fischio finale». E proprio Dolci (che in passato ha lavorato proprio per il club torinese) riafferma: «Segnare tre gol alla Juventus non è una cosa da tutti i giorni. Negli ultimi anni raramente è capitato ai bianconeri».
Per quanto riguarda il mercato, ha raggiunto Como l’ultimo acquisto, Angelo Bencivenga, classe 1991, esterno di proprietà del Parma, ma finora in rosa nel Lecce. Mentre il centrocampista Alessandro Scialpi, come annunciato, è stato ceduto al Melfi, che sul suo sito ha già ufficializzato l’ingaggio di un giocatore giunto sul Lario con ottime credenziali, ma che non è mai riuscito a esprimersi completamente.
Sul piede di partenza ci sono il difensore Marco Migliorini e il centrocampista Michel Panatti. Entrambi non rientrano più nei piani di mister Giovanni Colella.

Massimo Moscardi

Nella foto:
Archiviata la bella prova di ieri contro la Juventus, ora i lariani si rituffano in campionato. Domenica allo stadio Sinigaglia è atteso il San Marino, penultimo in classifica

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.