Compra 350mila euro di merce contraffatta. Finisce nei guai commerciante di Turate

Operazione della finanza a Monza
Ha fatto appena in tempo ad entrare nell’appartamento per comprare capi contraffatti per un totale di 350mila euro, quando è stato fermato dagli uomini della guardia di finanza. A finire nei guai è un commerciante di Turate – residente nel paese della Bassa – che è stato denunciato dai militari in quanto trovato con le mani nel sacco. L’operazione è andata in scena in un appartamento e un box all’interno di un condominio del quartiere San Fruttuoso, a Monza. Le fiamme gialle hanno

scovato nei locali ben 4mila capi di abbigliamento contraffatti pronti ad essere inseriti e smerciati sul mercato, probabilmente spacciati come merce con firme autentiche. Oltre al comasco, ad essere iscritto sul registro degli indagati è stato anche un barista di Milano, ovvero colui che aveva affittato sia l’appartamento sia il box in cui veniva stoccata la merce contraffatta. I locali erano stati adibiti dal barista appunto per la vendita al dettaglio di abbigliamento (maglioni) e calzature griffate ma contraffatte. E il commerciante di Turate si era recato a Monza proprio per acquistare della merce per il notevole importo di 350mila euro, una trattativa mandata in fumo dall’intervento della finanza.

Mauro Peverelli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.