«Con il Rezzato una prova di maturità». La soddisfazione dell’allenatore del Como

Como Rezzato

Un bel segnale al campionato e ad una avversaria diretta nella lotta per il vertice. È quello dato dal Como che, domenica, con la difesa completamente rimaneggiata, ha superato per 2-0 il Rezzato. La distanza dalla vetta rimane comunque inalterata, visto che il Mantova ha conquistato il match interno con il Pontisola (3-0): i virgiliani sono a +2.
Nel prossimo turno azzurri ospiti del Darfo Boario, squadra che domenica ha vinto per 4-1 sul capo dell’Ambrosiana, mentre il Mantova farà visita al Seregno.
«La prima considerazione rispetto alla gara di domenica – spiega mister Marco Banchini – è quanto sia importante l’approccio che chiedo, quello dell’impegno “a tutti i costi” nel cercare di vincere, nel difendere il nostro stadio, nel voler tornare in testa alla classifica. Sapevo che oltre a organizzazione e aggressività serviva qualità per spostare l’equilibrio in partite come queste».
«La squadra si è fatta trovare pronta – aggiunge il tecnico – si è dimostrata più matura dal punto di vista mentale. A Seregno aveva un po’ troppa carica nervosa in quella che era una gara importante dopo aver saputo della sconfitta del Mantova a Sesto».
Il mister, in ogni caso, non cerca alibi. «Questa non vuole essere una giustificazione – spiega ancora – anzi, abbiamo fatto “mea culpa”. Ma, al di là di questo, con il Rezzato abbiamo visto maturità e serenità dettate dalla consapevolezza nei propri mezzi. Abbiamo riportato in gara quello che facciamo in allenamento, e in queste situazioni la fiducia non può che aumentare».
Ma c’è un altro elemento su cui l’allenatore della squadra lariana si sofferma. «Mi fa piacere che il metodo stia funzionando. Non è la prima volta, anzi è una costante, che, cambiando gli interpreti, i risultati siano sempre gli stessi, con flussi di gioco e verticalizzazioni. Ciò vuol dire che davvero gli automatismi che sto cercando di dare alla squadra durante la settimana si cominciano a vedere».
«Sono grato ai ragazzi per aver interpretato le direttive che avevo dato rispetto alla gara con il Rezzato: sono state seguite nell’azione che ha portato al corner prima del gol dell’1-0 e in quella del 2-0 – conclude Banchini – Una vittoria che ci dà soddisfazione, ma ora è già tempo di pensare alla gara con il Darfo di domenica. Siamo a -2 dal Mantova e quindi abbiamo la possibilità di tornare in testa. Non dobbiamo farci sfuggire l’occasione, nel caso, e quindi non abbiamo alternative: servono i 3 punti».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.