“Concerto fisico per azioni” al San Teodoro
Cultura e spettacoli

“Concerto fisico per azioni” al San Teodoro

Doppio appuntamento nel finesettimana al Teatro San Teodoro di via Corbetta a Cantù (foto). Domani alle 21 Concerto fisico per azioni sarà una partitura fisica e vocale che ripercorre e ridisegna la storia di Balletto Civile. Un racconto musicale. Un greatest hits sghembo e storto che non ha niente di nostalgico per raccontare la storia di un gruppo attraverso i racconti di cui si è fatto veicolo. Concerto fisico per azioni è un racconto dei racconti, una composizione per strumento fisico e vocale, un disegno ritmico ed emotivo. Insieme a Gianluca Pezzino nume tutelare di molti di questi lavori presenza scenica legata molto alla poetica di Michela. Un party con le hit più significative che definiscono la poetica e l’identità di questo gruppo nomade.

Balletto Civile è un collettivo nomade di performers, guidato dalla coreografa e danzatrice Michela Lucenti il cui lavoro è animato da una forte tensione etica che in questi quindi anni ha portato alla produzione di spettacoli singolarissimi, dove danza e teatro s’integrano con il canto inventando un nuovo stile narrativo.

E sabato alle 21  per la “Stagione Electroclassic” andrà in scena “Sogni” con Sara Calvanelli e Luigi Lo Curzio, musicisti difficilmente definibili a cavallo tra tradizione, improvvisazione e generi diversi che includono  world music e jazz.

Il Teatro San Teodoro, con la direzione artistica di Maddalena Massafra e il coordinamento generale di Dario Galetti, si fonda sulla collaborazione tra il Comune di Cantù e la Coop. Mondovisione e vuole sviluppare e mantenere in aperto dialogo due anime apparentemente lontane: un approccio al teatro che valorizzi l’innegabile fascino di “un evento sociale dalla tradizione e dal sapore antichi” e una decisa apertura ad altre forme d’arte, ai linguaggi della contemporaneità oltre che agli stimoli e alle esigenze recepibili da tutto il contesto territoriale di riferimento. Non una struttura chiusa nell’autoreferenzialità, bensì una risorsa aperta e rigenerata, non solo fisicamente, ma anche nella sua qualità di motore culturale per la città.

25 ottobre 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto