Conclusa la trattativa: «Nessuna riduzione oraria per le addette alle pulizie negli ospedali»

Il pronto soccorso dell'Ospedale Sant'Anna

Si è conclusa, ieri mattina all’Ispettorato del lavoro di viale Bellinzona a Como, la negoziazione del subentro, nel servizio di pulizia alla Asst Lariana, della ditta torinese CM Service. Nella scorsa settimana le circa 70 lavoratrici impegnate nel servizio di pulizia degli ospedali di Como, Cantù e Mariano Comense hanno partecipato a un incontro sindacale al quale la Fisascat Cisl di Como-Varese si era rifiutata di partecipare, pur rappresentando la maggioranza delle addette. «Altre sigle sindacali avevano comunicato il taglio del 7% delle ore lavorate portando qualche lavoratrice ad accettare questa riduzione – si legge in una nota della Fisascat Cisl – Una riduzione che voleva dire minore garanzia di igiene nelle strutture ospedaliere e minor reddito per le persone coinvolte».
Le lavoratrici iscritte alla Fisascat Cisl si erano però rifiutate di sottoscrivere i contratti con le riduzioni orarie. «Il loro netto rifiuto – spiega ancora la Fisascat Cisl – ha portato le parti coinvolte, dalla ditta CM Service fino all’Azienda ospedaliera, a rivedere le condizioni del servizio consentendo il passaggio senza che vi fosse alcuna riduzione oraria. Se le lavoratrici e i lavoratori sono compatti e ben assistiti, anche le situazioni in apparenza compromesse possono essere ridiscusse».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.