Confartigianato: «Le strade vanno terminate, c’è poco da dire»
Cronaca, Trasporti e viabilità

Confartigianato: «Le strade vanno terminate, c’è poco da dire»

«La nostra posizione è chiara da tempo, la Pedemontana va completata». Marco Galimberti, presidente di Confartigianato Imprese Como, ribadisce ormai da mesi questo concetto. Gli artigiani, non solo quelli cosiddetti “di servizio” che si muovo quotidianamente sulle strade lariane e del Nord Lombardia per lavorare, perdono tempo e clienti intrappolati nel traffico.
«Non vogliamo le strade lasciate a metà – aggiunge il presidente Galimberti – con tutte le conseguenze sulla mobilità. La Tangenziale di Como realizzata soltanto per il primo lotto ne è un chiaro esempio».
La “bretellina” che collega lo svincolo di Como Est (Albate) a Villa Guardia è infatti un palliativo, insufficiente per alleviare tutto il traffico che il territorio genera. C’è poi sempre la questione del pedaggio, che, sia sulla Tangenziale di Como, sia sulla Pedemontana, per chi deve percorrere il tratto di autostrada anche più volte al giorno diventa un costo da tenere ben presente.
La promessa gratuità della Tangenziale di Como pare al momento un progetto difficile da raggiungere, almeno in tempi brevi. Per ovviare a questo, proprio Confartigianato aveva presentato due soluzioni che potrebbero venire applicate.
La prima riguarda il pedaggio a tempo, ossia un unico pagamento per più transiti nell’arco di due ore dal primo passaggio su una delle tratte di competenza di Società Pedemontana Lombarda.
L’altra possibilità ricorda invece la “vignetta” che si acquista per percorrere le autostrade svizzere.
Un ticket annuale, acquistabile anche online, per il transito illimitato su tutte le tratte di competenza di Pedemontana.
Confartigianato a livello varesino, comasco e lombardo si era detta disponibile a sedersi anche subito un tavolo con i vertici di Pedemontana per trovare una soluzione. Soluzioni praticabili e utili anche per la proprietà dell’autostrada, visto che per i secondi lotti di Como e Varese servono risorse importanti, un miliardo di euro secondo le ultime stime.
La data auspicata di completamento della Pedemontana è il 2023. Dopo la fine dei lavori si potrà probabilmente tornare a parlare anche di gratuità. Il sottosegretario all’Interno, Nicola Molteni, nei giorni scorsi aveva ribadito l’impegno per concludere l’opera, senza peraltro nascondere difficoltà sul reperimento del miliardo necessario per il completamento.

7 agosto 2018

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto