Confermati tre casi di “variante inglese” in Canton Ticino

Il 50enne italiano è stato denunciato dalla Polizia cantonale

La Svizzera e il Canton Ticino restano tra i “sorvegliati speciali” dell’emergenza Covid. Ieri il Cantone di lingua italiana ha registrato 168 nuovi contagi e 5 decessi. Si allenta leggermente la pressione sulle strutture sanitarie. Sono stati 22 i ricoveri a fronte delle 29 dimissioni i pazienti in terapia intensiva restano 49. Ancora alta la percentuale di positivi sui test effettuati (16%), mentre l’Rt, il fattore di “contagiosità”, di riproduione del virus è sotto l’1 (0.98).

Dopo la conferma del primo caso di variante sudafricana in Ticino, registrato il 1° gennaio, l’Ufficio del medico cantonale ha comunicato la scoperta di tre persone positive al ceppo inglese del virus.
«Come noto la mutazione del virus ha già raggiunto la Svizzera e i casi confermati sono in crescita. È verosimile che i casi nel prossimo futuro continueranno a emergere nel Paese, Ticino compreso» spiega in una nota diffusa dal Cantone, il medico cantonale Giorgio Merlani.

I controlli sono stati intensificati tra chi rientra in Svizzera dalla Gran Bretagna o dal Sudafrica e con chi vi ha avuto contatti. Definiti anche i criteri che rendono “sospetto” un caso positivo, che portano l’immediato invio del tampone del paziente a uno dei laboratori specializzato nella definizione della “sequenza” del virus.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.