Coni Lombardia, Marco Riva nuovo presidente

Marco Riva Antonio Rossi

Marco Riva, 38 anni, è dallo scorso fine settimana il nuovo presidente del comitato regionale del Coni Lombardia. Il consiglio riunito a Milano lo ha nominato con un plebiscito, dopo che già in fase pre-elettiva tutte le federazioni nazionali insieme alle altre componenti del mondo sportivo avevano proposto e sostenuto la sua candidatura.
Marco Riva – lecchese, nonché vicepresidente del Panathlon di Como – succede a Oreste Perri alla guida di uno dei comitati regionali più importanti d’Italia. Assume questo ruolo in un momento difficile per il Paese e per lo sport, con i tanti problemi causati dall’emergenza sanitaria. Allo stesso tempo arriva in una fase di costruzione in vista della Olimpiadi di Milano e Cortina del 2026 e di tanti altri importanti eventi per un territorio che sul fronte sportivo è un punto di riferimento mondiale.
Proprio nelle scorse ore, ad esempio, all’Idroscalo di Milano sono stati assegnati i Mondiali 2025 di canoa. E il capoluogo della regione nel mese di maggio sarà la sede delle elezioni nazionali del Coni stesso. Una scelta dell’attuale numero uno Giovani Malagò, sulle orme di un suo illustre predecessore, Giulio Onesti, che prese la stessa decisione 75 anni fa.
«Sono felice ed onorato per la fiducia che è stata riposta in me – ha dichiarato Riva – Sono grato a tutto il mondo sportivo del territorio per il supporto. Avremo bisogno di tutti coloro che vogliono contribuire ad una ripartenza dello sport lombardo in uno dei periodi più complessi ma nello stesso tempo più coinvolgenti della sua storia verso i Giochi Olimpici e Paralimpici di Milano Cortina 2026».
«Supporto all’associazionismo sportivo, sviluppo dell’impiantistica sportiva e digitalizzazione dello sport alcuni dei punti del programma da sviluppare – ha aggiunto – Parole chiave: coraggio, umiltà e competenza. Partiamo da qui. Con la passione che ci unisce. Insieme».
Il consiglio elettivo ha poi provveduto alla elezione della giunta regionale che sarà composta da Carola Mangiarotti, Claudio Maria Pedrazzini, Giuseppe Giovanetti, Federigo Ferrari Castellani, Mara Santangelo, Alessandro Vanoi e Marco D’Onofrio.
Tra le prime scelte che Riva dovrà fare, quella del nuovo delegato comasco. Al termine del suo mandato, Katia Arrighi ha infatti deciso di non proseguire e di dedicarsi al Cip, il Comitato paralimpico.

Nella foto, Marco Riva, a sinistra, con Antonio Rossi, sottosegretario della Regione Lombardia con delega allo Sport, Olimpiadi 2026 e Grandi eventi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.