Consiglio regionale, annullata la convocazione per la seduta di domani a Palazzo Pirelli

Alessandro Fermi

 Annullata la convocazione della seduta di Consiglio regionale in calendario domani, martedì 10 marzo. Palazzo Pirelli resterà chiuso fino a martedì 17 marzo per consentire i necessari interventi di sanificazione.
La decisione è stata assunta nel pomeriggio di oggi al termine della riunione presieduta dal presidente del consiglio, il comasco  Alessandro Fermi,  con i componenti dell’ufficio di presidenza, dopo aver sentito anche i capigruppo consiliari. La scelta si è resa necessaria – spiega in una nota la Regione Lombardia – dopo che sabato scorso è giunta conferma del fatto che un dipendente del Consiglio regionale impiegato a Palazzo Pirelli è risultato positivo al Covid-19 (Coronavirus). 
La cabina di regia del Consiglio regionale, presieduta dal segretario generale, in stretto contatto con il presidente Alessandro Fermi, nella foto, nel rispetto e in adempimento ai protocolli previsti, sta valutando l’adozione di ulteriori misure finalizzate ad evitare la diffusione del contagio. 
“Recependo le raccomandazioni dei principali esponenti del mondo sanitario e scientifico e nel pieno rispetto delle direttive contenute nel decreto emanato dal Consiglio dei Ministri, anche l’istituzione regionale vuole dare un segnale di prudenza a tutti i cittadini lombardi, invitandoli a rispettare le indicazioni fornite e a fare ricorso alla massima cautela nei comportamenti e negli atteggiamenti quotidiani – sottolinea Alessandro Fermi – L’attività istituzionale del Consiglio regionale, una volta completata la sanificazione del palazzo, sarà orientata a mantenere solo le riunioni, gli appuntamenti e gli eventi già programmati che risultano essere indifferibili per la loro urgenza e importanza, rinviando invece tutto ciò che non è indispensabile e che non presenta necessità e scadenze immediate. Voglio segnalare – conclude Fermi- che già da diversi giorni gran parte dei dipendenti regionali sta usufruendo delle modalità di lavoro da remoto secondo le modalità consentite dalla legge. Oggi stesso abbiamo tenuto la riunione dell’ufficio di presidenza con collegamenti in videoconferenza, strumento di cui ci avvarremo nei prossimi giorni per ogni evenienza e necessità”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.