Corna delle capre, in Svizzera si ipotizza il divieto del taglio

Capra

Dopo il voto dello scorso 25 novembre sulla salvaguardia delle propaggini delle mucche, una mozione dei Verdi chiede il divieto di “decornare” capre e capretti. Gli allevatori non sono affatto d’accordo. La prima chiamata alle urne era naufragata un mese fa. Armin Capaul, piccolo allevatore del Bernese, aveva sottolineato come tre mucche su quattro oggi siano private delle loro corna, un espediente che evita il ferimento tra bovini, ad esempio. Capaul voleva sensibilizzare i contadini a lasciare le corna a tutti gli animali. Alla prova del voto prevalse il “no” alla proposta.
Ora è un’esponente dei Verdi, Iréne Kälin deputata argoviese, a concentrare l’attenzione soltanto su capre e capretti. Non con un’opera di sensibilizzazione, ma con un vero e proprio divieto.
La mozione è stata depositata nei giorni scorsi.

L’approfondimento sul Corriere di Como in edicola sabato 29 dicembre

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.