Coronavirus, la lenta ripresa. Gli istituti comaschi sperimentano le attività di didattica a distanza

scuola

Anche le scuole cercano, con tutte le limitazioni del caso, di riprendere le attività.
Le lezioni, è noto, sono sospese per l’intera settimana. La maggior parte delle segreterie degli istituti però è aperta per garantire alcuni servizi e in particolare per far partire, dove possibile, le attività di didattica a distanza. Le scuole si sono infatti attrezzate per cercare di garantire le attività di formazione. Gli studenti sono stati coinvolti dai docenti tramite il registro elettronico e le principali piattaforme di e-learning e sono già state create centinaia di «classi virtuali», con gli studenti collegati in rete per fare lezione assieme, seppure a distanza.
In tutti gli istituti che sono aperti, i dirigenti scolastici hanno dato comunque informazioni per garantire il rispetto delle norme di sicurezza per il personale, come evitare la presenza contemporanea di un numero elevato di persone e per garantire comunque il rispetto delle distanze richiesto dalle direttive emanate per arginare la diffusione del Coronavirus. Tra dubbi e difficoltà nel far partire le novità, si sta comunque cercando di affrontare quest’ulteriore settimana di isolamento adottando dei provvedimenti concreti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.