Coronavirus, seconda ondata. Cresce ancora il numero dei contagi, siamo ai livelli di aprile

Due vittime nel Barese

Contagi ancora in netto aumento in tutta la Lombardia.
Ieri sono stati 1.080 i casi di Covid-19 in più a fronte di 17.186 tamponi processati, con una percentuale di positività sul totale dei test analizzati di nuovo in crescita: 6,2% contro il 4,9% di lunedì. Sono 61 i nuovi casi positivi in provincia di Como (lunedì erano 26), ben 440 quelli a Milano (di cui 236 nella città), 121 i nuovi contagi a Varese, 180 nel Monzese e 43 nel Lecchese.
Numeri importanti quelli relativi al territorio comasco, molto simili a una fase della prima drammatica ondata, tra la terza settimana di marzo e la prima di aprile. Il picco lariano si ebbe, ricordiamo, l’11 e il 18 aprile rispettivamente con 139 e 154 nuovi casi positivi.
Situazione migliore rispetto alla scorsa primavera per le terapie intensive a livello lombardo, pur con i 12 pazienti in più registrati nella giornata di ieri, per un totale di 62 ammalati. Proprio ai primi d’aprile su scala regionale si superarono i mille letti di terapia intensiva occupati, su una disponibilità complessiva di circa 1.260 posti letto con l’ossigeno.
Ieri era in crescita pure il numero dei ricoverati nei reparti ordinari degli ospedali lombardi: sono 83 in più, cifra che porta a 546 il numero complessivo delle persone ricoverate in reparti diversi dalle terapie intensive.
Dei 1.080 nuovi casi positivi riscontrati in Lombardia, 104 sono risultati «debolmente positivi» e 11 sono emersi a seguito di test sierologici. Secondo i dati diffusi dalla Regione, inoltre, vi sono state altre 197 persone guarite o dimesse (per un totale di 83.550 persone dall’inizio della pandemia) e si sono purtroppo registrati 6 decessi (16.994 il numero totale delle vittime).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.