Coronavirus, sesto contagio a Como, è un cittadino del capoluogo. In Canton Ticino i casi sono saliti a 20

Terzo caso sospetto è in isolamento in Emilia Romagna

Salgono a sei i casi di cittadini comaschi che hanno contratto il Coronavirus. All’84enne di Lipomo – il primo paziente lariano – si erano aggiunti nei giorni successivi i casi dell’Erbese, di Montano Lucino, di Turate e della Bassa Comasca. Ieri, un nuovo contagio: una persona residente in città. Nel frattempo, è guarito – ed è stato dimesso dal Sant’Anna – un giovane di Tradate curato per otto giorni dai medici dell’ospedale lariano. Il tampone è risultato negativo.
Como resta, al momento, una delle zone meno colpite dal Coronavirus. Soprattutto se si considera che il contagio, in Lombardia, si estende al momento rapidamente e in modo diffuso.

L’emergenza oltreconfine
Anche il Canton Ticino, come fa da una settimana, ha aggiornato ieri il bollettino quotidiano dei contagi. I casi oltreconfine sono 20, compreso il milite di Bellinzona trovato positivo in una caserma a Wangen, nella Svizzera tedesca. L’ultimo caso rivelato ieri riguarda una guardia di confine di Chiasso, collega dell’uomo che qualche giorno fa era stato trovato positivo al Covid-19. Altri tre in Ticino riguardano operatori della sanità attivi in strutture ospedaliere del Cantone.

Il consueto approfondimento sul Corriere di Como in edicola venerdì 6 marzo

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.