Coronavirus: tamponi dalle ferie, attese in calo

Novità per i tamponi a scuola

C’è chi rientrato a fine agosto dalla Grecia, senza sintomi e ha dovuto attendere 8 giorni per conoscere l’esito del tampone eseguito all’aeroporto di Malpensa. I tempi fortunatamente si stanno riducendo, così come i rientri da Spagna, Grecia, Croazia e Malta. L’Ats Insubria per ovviare ai ritardi «già nei giorni scorsi, ha valutato la necessità di inviare i tamponi ad altri Laboratori accreditati dalla Regione. Questo sta consentendo una marcata riduzione dei tempi d’attesa», spiegano dall’Ats.
I gestori della sanità comasco-varesina ricordano che chi, privo di sintomi, è in attesa di ricevere l’esito del tampone «pur non essendo in isolamento fiduciario» deve utilizzare le mascherine «anche all’aperto» limitare gli spostamenti esclusivamente a «comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità, ovvero per motivi di salute, con l’uso preferibilmente di un mezzo proprio», scrivono.
Gli ultimi ritardi erano dovuti, dicono sempre dall’Ats, a criticità di analisi segnalate dal laboratorio di una struttura privata. A Malpensa continuano a operare 8 postazioni con oltre 50 addetti tra personale medico e amministrativo.
Sono stati effettuati dal 19 agosto a ieri 23.182 tamponi. Già consegnati 19.146 referti, sono solo 112 i positivi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.