“Costretto” ad andare in ospedale. Ma così gli salvarono la vita Premiati due carabinieri di Menaggio

altUn premio per riconoscere il gesto di altruismo che salvò la vita a un giovane rimasto ferito in un incidente stradale.
Il luogotenente Roberto Zacconi, comandante della stazione dei carabinieri di Menaggio, e il brigadiere Alessandro Marcoaldi hanno ricevuto ieri, in caserma a Nobiallo, un riconoscimento del comitato locale della Croce Rossa Italiana per un’azione di soccorso stradale, avvenuta il 12 settembre 2012.
Erano le 23 del 12 settembre quando a Menaggio, in via IV Novembre

, si verificò un brutto incidente.
Sul posto intervennero proprio Roberto Zacconi e Alessandro Marcoaldi per le verifiche relative al sinistro. Mentre le altre persone coinvolte nell’incidente, tutte ferite, furono trasportate negli ospedali della zona, i carabinieri si ritrovarono di fronte a un 27enne di Lenno che rifiutava le cure del personale del 118. I militari, preoccupati per le condizioni di salute del giovane, che accusava forti dolori all’addome, dopo diversi tentativi riuscirono a convincerlo.
Il 27enne, portato al pronto soccorso di Menaggio, fu subito sottoposto a un intervento chirurgico che, a detta dei medici, gli salvò la vita.
A consegnare il riconoscimento, ieri, è stato Renato Minighini, presidente del comitato locale della Croce Rossa Italiana.
«È bene che episodi come questi vengano segnalati perchè siano di esempio per molti – dice Minighini, carabiniere in congedo – tutti hanno diritto alle cure mediche e questi militari hanno fatto qualcosa di davvero importante. Qualcosa che ha salvato una vita». Grande soddisfazione per questo riconoscimento è stata espressa dai due militari.
«Abbiamo capito che il giovane aveva forti dolori e così abbiamo insistito per convincerlo a farsi curare – racconta Roberto Zacconi – sapere di avergli salvato la vita è una grossa emozione».
«Siamo molto contenti di come si è risolta la vicenda – aggiunge il brigadiere Alessandro Marcoaldi – A volte, non ci rendiamo conto dell’importanza di certi gesti perché per noi sono la normalità, sono legati alla nostra professione».
Presenti ieri anche il sindaco di Menaggio, Alberto Bobba e alcuni rappresentanti delle sezioni locali dell’Associazione Nazionale Carabinieri.
«Sono stati bravi – conclude il comandante della compagnia di Menaggio, il capitano Paolo Degrassi – Questo dimostra come l’Arma operi quotidianamente in favore di chiunque si trovi in situazioni di difficoltà».

Francesca Guido

Nella foto:
Un momento della cerimonia che si è svolta nella caserma dell’Arma a Nobiallo (foto Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.