Covid-19, scende il numero dei tamponi e dei positivi. Nel Comasco sono 193

Coronavirus

Cala drasticamente il numero di tamponi processati e si abbassa il conteggio dei positivi. A fronte infatti di 18.037 test eseguiti in Lombardia, i nuovi positivi in provincia di Como erano 193. Ben 232 in meno rispetto a domenica quando i tamponi eseguiti erano stati 38.700 con 425 casi nel Comasco. Il totale dei nuovi positivi scoperti a livello regionale ammonta a 4.128 (con 202 casi “debolmente positivi” e 27 emersi a seguito di test sierologico), con un rapporto tra nuovi contagi e tamponi effettuati pari al 22,8%, dunque ancora al di sopra della soglia del 20% come nei giorni scorsi.
Sale di 99 unità in Lombardia il numero delle vittime che, da inizio pandemia, sono 19.466. Il conteggio delle persone che purtroppo hanno perso la vita a causa del virus fa segnare, limitatamente alla provincia di Como, un incremento di 8 vittime, per un totale di 836 decessi.
Tornando ai dati diffusi nel quotidiano bollettino della Regione, sono 855 i pazienti che, a ieri, risultano ricoverati in terapia intensiva con un incremento di 18 persone rispetto a domenica mentre quelli presenti negli altri reparti degli ospedali lombardi ammontano a 7.901 (+120). Infine, il numero totale di guariti/dimessi è a quota 153.103 (+14.231), con 7.256 dimessi e 145.847 guariti.
Questi i nuovi casi per provincia: al primo posto Milano con 1.526 nuovi contagi, seguita da Monza e Brianza (764), Varese (723), Brescia (228), Como (193), Bergamo (177), Lecco (158), Cremona (106), Pavia (95), Lodi (24), Mantova (19) e Sondrio (11).
Ospedali locali
Per quanto riguarda l’ospedale Sant’Anna, ieri i ricoverati sottoposti a ventilazione erano 151 (di cui 27 in terapia intensiva) e 188 quelli non ventilati. Al presidio di Cantù invece erano presenti 20 pazienti ventilati (di cui 6 in terapia intensiva) e 30 non ventilati. A Mariano Comense 23 i ricoverati nella degenza di transizione (per pazienti in via di guarigione che non necessitano più di supporto respiratorio). Infine, in attesa di ricovero al pronto soccorso del Sant’Anna vi erano 18 persone, mentre al pronto soccorso di Cantù in 23. Una situazione dunque ancora preoccupante.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.