Covid e variante Delta: frenano i contagi in provincia di Como

Covid sul Lago di Como

I dati dell’ultima settimana in provincia di Como, relativamente alla diffusione della pandemia da Codid-19 in riva al Lario, sono stati migliori della precedente. La variante Delta insomma, pare essere al momento sotto controllo. Se nei giorni dal 26 luglio al primo agosto il contagio era stato di poco meno di 39 casi al giorno, nella settimana appena conclusa (dal 2 all’8 agosto) la media quotidiana è stata di 33. Una inversione di tendenza abbastanza netta ed evidente che ovviamente dovrà essere confermata nelle prossime ore ma che delinea un quadro – almeno ad oggi – non di crescita della pandemia nelle terre del Lario, bensì di decrescita. Anche gli ospedali del territorio, del resto, rimangono sotto controllo: al Sant’Anna di Como, ospedale che accoglie ad oggi i malati di Covid, i ricoverati questa mattina erano 15 senza presenze al pronto soccorso. Due settimane fa eravamo a 8. Quindi, c’è stato sì un incremento in questi quindici giorni a cavallo tra luglio e agosto ma non in modo tanto sensibile. D’altro canto, anche nel resto della Lombardia la situazione degli ospedali rimane tranquilla, con +2 ricoverati nelle terapie intensive (per un totale di 37 pazienti) e addirittura un calo (seppur di un solo letto) negli altri reparti, con 275 ricoverati. Dando uno sguardo ai numeri fatti registrare oggi, in regione Lombardia i positivi sono stati 200 (a fronte di 10.975 tamponi effettuati) con una media di tamponi positivi al Covid-19 dell’1,8%.
La provincia più colpita, in proporzione agli abitanti, rimane quella di Varese (ieri 38 nuovi casi) mentre a Como sono stati 12, a Lecco 5, a Sondrio 7. Lodi addirittura non ha fatto registrare nuovi contagi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.