Covid, i numeri nel Comasco: il contagio sembra rallentare, ma tornano a crescere le chiamate al 118

Emergenza Covid

Il contagio in provincia di Como continua a imperversare. Anche i numeri diffusi oggi in merito ai nuovi positivi (403) e all’andamento delle curve, fotografano una situazione molto delicata. Eppure, ci sforziamo di guardare con ottimismo alle prossime settimane, visto che almeno due elementi portano indicazioni positive. Partiamo ad esempio dai ricoveri, che oggi sono saliti – in totale in tutta la zona dell’Asst Lariana – di una sola unità, 253 (erano 252). Questa mattina i ricoverati al Sant’Anna erano 186 (di cui 12 in Rianimazione), a Cantù 22, a Mariano 23; in attesa al pronto soccorso ce n’erano 10 a Sant’Anna e 12 a Cantù.

L’altro dato che invita non essere estremamente pessimisti è quello della curva di crescita del contagio settimanale ogni 100 mila abitanti. Ieri, la provincia di Como ha superato la soglia di 300 positivi (301 per la precisione), un numero molto elevato e raggiunto in pochi giorni. Ma il tasso di crescita rispetto ai sette giorni precedenti è del 18,4%, un numero questo che solo pochi giorni fa arrivava al 68% e che, soprattutto, ad oggi, è il secondo migliore della Lombardia dietro solo a Varese (+5,4%).

Le note positive finiscono qui, purtroppo, perché per il resto la situazione rimane delicata. A partire dalle telefonate al 118 per i territori di Como, Lecco e Varese. Le richieste di intervento per problemi respiratori sono tornate a salire sopra quota 100, toccando il 3 marzo il numero di 115. Dati così alti la nostra provincia li aveva fatti registrare solo alla fine di novembre.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.