Covid, la Svizzera annuncia “misure drastiche”

Canton Ticino

Prove di lockdown in Svizzera. Le ha annunciate questo pomeriggio in una conferenza stampa a Berna Virginie Masserey, responsabile della sezione malattie infettive dell’Ufficio federale della sanità pubblica. «Mercoledì il consiglio federale annuncerà misure drastiche», ha detto Masserey. Senza però spiegare in dettaglio a che cosa si riferisse. La premessa, però, pochi minuti prima, era stata particolarmente dura: «La crescita dei contagi è ancora esponenziale, con i numeri che continuano a raddoppiare ogni settimana. Più di uno su quattro dei 25mila test effettuati quotidianamente è attualmente positivo. Sono colpite tutte le fasce d’età, soprattutto i giovani adulti, meno di tutti i minori. In termini di ricovero ospedaliero, siamo più o meno allo stesso livello di metà marzo, quando è stato deciso il lockdown. Anche se gli ospedali stanno cercando di aumentare le loro capacità, il numero di casi deve essere ridotto». I dati sono allarmanti. Dei 22.183 letti per acuti attivati in tutti gli ospedali della Svizzera, 16.328 sono attualmente occupati. Mentre dei 1.071 posti letto nelle unità di terapia intensiva, ne sono rimasti a disposizione soltanto 346. Senza ulteriori misure – è stato ribadito nella conferenza stampa di Berna – si potrà andare avanti 15 giorni per i letti per acuti e «un massimo di 14 giorni» per i reparti di terapia intensiva.
Per la prima volta, le autorità sanitarie svizzere hanno ammesso che «non si sa se e quando la situazione andrà fuori controllo». E si sono per questo appellate ai cittadini affinché le regole di comportamento siano seguite alla lettera. Martin Ackermann, della task force scientifica federale, lo ha detto in modo esplicito: «non ci siamo ancora adattati a questa nuova situazione e non abbiamo più tempo da perdere. Abbiamo più ricoveri e morti che a marzo. Ma non stiamo reagendo. I dati sul movimento mostrano che non stiamo riducendo la nostra mobilità come invece sarebbe necessario».
I numeri dei contagi
Nelle ultime 24 ore sono stati 5.949 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Svizzera e nel Liechtenstein, un numero più o meno analogo a quello degli ultimi giorni. I morti sono stati 16 (per un totale che ormai sfiora i 2mila dall’inizio della pandemia), mentre i nuovi ricoveri in ospedale sono stati 167.
A fronte di 20.709 tamponi, il tasso di positività registrato nelle ultime 24 ore è stato del 28,7%, pari a 693,4 nuove infezioni ogni 100mila abitanti.
In Canton Ticino si sono registrati 235 nuovi contagi. Il totale delle persone positive al Coronavirus sale così a 6.222. Fortunatamente, non si sono registrati nuovi decessi. Il bilancio delle vittime ticinesi del Covid-19 è fermo dunque a 356.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.