Covid: Sudafrica teme terza ondata e rafforza misure

Finora poco più dell'1% della popolazione è stato vaccinato

(ANSA) – PRETORIA, 30 MAG – Il Sudafrica intensifica le misure contro il Covid-19 nel timore di dover fronteggiare una terza ondata del virus. Quattro delle nove province della nazione, tra cui Gauteng che vanta Johannesburg e Pretoria ed ha la popolazione più numerosa, stanno di fatto già combattendo una terza ondata di infezioni, ha detto il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa annunciando la necessità di una stretta a livello nazionale. "Potrebbe essere solo una questione di tempo prima che il paese nel suo insieme entrerà in una terza ondata". Il Sudafrica è ufficialmente il Paese più colpito del continente con oltre 1,65 milioni di casi e 56.363 morti. "Il numero di infezioni ha iniziato a crescere rapidamente in diverse parti del paese", ha affermato il presidente, mentre aumentano anche gli ingressi in ospedale. "Ritardare la diffusione del virus è particolarmente importante ora per consentire a quante più persone possibile di essere vaccinate prima che la nuova ondata raggiunga il suo picco", ha affermato. Da lunedì il coprifuoco notturno inizierà un’ora prima dalle 23:00 mentre i negozi non essenziali, i bar, i ristoranti e le palestre dovranno chiudere alle 22:00. Gli incontri, inclusi eventi politici e religiosi, saranno limitati a 250 persone all’aperto e 100 al chiuso. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.