Da oggi coprifuoco alle 23. Cosa cambia per lo sport

Lido Villa Olmo

L’ultimo decreto legge varato lunedì sera dal Consiglio dei ministri su proposta del presidente Mario Draghi e del ministro della Salute, Roberto Speranza ha modificato il calendario delle riaperture nelle zone gialle.
Modifiche anche sostanziali, come quelle sul coprifuoco, che proprio da oggi passa dalle 22 alle 23 (sempre fino alle 5 del mattino). Dal 7 giugno slitterà alle 24 e dal 21 giugno verrà abolito.
All’interno di bar e ristoranti si potrà consumare dal 1° giugno, mentre già da sabato tutti i negozi presenti nei mercati e nei centri commerciali posso stare aperti anche nei festivi e prefestivi.
L’accelerazione riguarda inoltre le attività sportive svolte in palestre e piscine. Dal 15 maggio scorso si può già fare il bagno nelle vasche all’aperto. A Como nessuno se ne è ancora accorto, perché, anche per colpa del meteo, la stagione dei lidi (pubblici) non è iniziata.
In città, da giovedì 20, come spiega lo storico gestore, Giorgio Porta, riaprono solo le piscine del Lido di Villa Olmo, nella foto. «Il bar è già operativo – dice – mentre si può prenotare dal nostro sito il posto preferito dentro il lido e godersi una giornata di relax».
Per il Lido di Villa Geno solo un miracolo avrebbe potuto garantire l’apertura in questi giorni. Il Comune di Como ha infatti appena consegnato le chiavi alla società che si è aggiudicata la gara per la gestione ventennale, come ha spiegato l’assessore al Patrimonio di Palazzo Cernezzi, Francesco Pettignano. «A breve sarà firmato il contratto, ma nell’attesa abbiamo proceduto con l’assegnazione provvisoria alla ditta in maniera tale che possa iniziare a metter mano al lido». Da contratto il gestore deve aprire entro l’estate, ma la società di Bresso potrebbe chiedere una proroga.
Discorso a parte per gli impianti gestiti in città dalla Csu per conto del Comune di Como, ovvero il Centro sportivo di Casate con le piscine e lo stadio del ghiaccio, piscina Sinigaglia e il Centro sportivo di Sagnino con due campi da calcetto e uno da tennis.
«Considerate le condizioni climatiche, la piscina all’aperto di Casate riaprirà al pubblico da metà giugno come gli altri anni» spiega il direttore generale di Csu, Angelo Pozzoni.
L’anno scorso gli ingressi erano stati contingentati non tanto per la capienza del solarium, ma per i limiti di presenza in acqua. Il numero massimo di utenti teneva conto di una rotazione plausibile tra chi era in acqua e chi fuori. Dal 3 maggio si può invece giocare a calcetto a Sagnino, mentre il tennis era già operativo.
«La stagione sportiva sul ghiaccio del Centro Sportivo di Casate è invece terminata a metà maggio» aggiunge Pozzoni. Le piscine al coperto di Casate e Sinigaglia sono già aperte per le società sportive, ma al pubblico, come da decreto legge, potranno riaprire soltanto dal 1° luglio.
Csu ha predisposto la necessaria segnaletica per gestire il flusso delle persone dall’ingresso allo spogliatoio e alle vasche. Le prenotazioni avvengono anche attraverso l’app dedicata.
Il decreto ha anticipato dal 1° giugno al 24 maggio l’apertura delle palestre. Gioia, ma anche corsa contro il tempo ora per i tanti gestori del territorio, come spiega Roberto Troncarelli, preparatore atletico e imprenditore del settore, titolare della Ginniteca di Cantù. «Complessivamente abbiamo avuto 11 mesi di fermo – spiega – La comunicazione ci ha preso un po’ in contropiede, ma non vediamo l’ora di ripartire. Stiamo contattando i clienti. Molti hanno proprio voglia di fare attività e hanno avuto anche problemi motori e di peso in questi mesi. I primi giorni saranno necessari per comprendere le regole. Sembra che si possano usare gli spogliatoi, ma non le docce, un controsenso, visto che invece viene permesso lo sport di squadra e di contatto. Anche il periodo estivo può essere penalizzante per l’attività fisica al chiuso, l’abbiamo visto anche lo scorso anno. Le persone hanno però tanta voglia di tornare a stare insieme in un ambiente protetto. Noi ci siamo e non vediamo l’ora» conclude.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.