Danneggia fioriere e vetrine in centro. Era già stato arrestato il giorno prima

carcere Bassone

Solo poche ore prima gli era stato evitato il carcere per il tentato furto all’interno di un B&B di Vicolo Duomo, a due passi dalla cattedrale.
Il giudice aveva infatti optato per la misura dell’allontanato dalla Regione Lombardia con rinvio del giudizio al 4 novembre prossimo.
Nella serata di ieri, intorno alle 22.30, solo poche ore dopo essere tornato in libertà, lo stesso protagonista è stato di nuovo arrestato (sempre dalle volanti) per una serie di danneggiamenti avvenuti tra via Albertolli e piazza Gobetti.
E questa volta il giudice (Maria Elisabetta De Benedetto) l’ha spedito al Bassone (nella foto), in attesa dell’ulteriore udienza (per questi ultimi fatti) fissata il 25 marzo. L’uomo, un bosniaco di 40 anni con numerosi alias e precedenti per reati contro il patrimonio (in solo quattro giorni è stato fermato quattro volte, due a Milano e due a Como), intorno alle 22.30 di mercoledì è stato arrestato in via Albertolli dopo che era giunta una segnalazione per dei danneggiamenti. La visione dei filmati degli impianti di videosorveglianza ha permesso di accertare subito le responsabilità. Lo straniero aveva danneggiato numerose fioriere, la pavimentazione della vicina Piazza Gobetti e la vetrina di un ristorante. Al momento dell’identificazione gli agenti delle volanti si sono accorti che si trattava della medesima persona che era stata arrestata dai colleghi la sera prima.
Dopo la nottata trascorsa nelle camere di sicurezza il bosniaco è stato dunque nuovamente accompagnato in Tribunale per il giudizio direttissimo che si è concluso con la richiesta dei termini a difesa e – in attesa dell’udienza – la custodia cautelare in carcere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.