Dante raccontato da un “Musicattore” per la Fondazione Volta

Particolare dal dipinto di Domenico Di Michelino "Dante che mostra la Divina Commedia" in Santa Maria del Fiore a Firenze, che risale al 1465

Il terzo appuntamento del ciclo “Fondazione Volta incontra” si terrà nell’ambito del Villa Olmo Festival il prossimo 8 luglio, alle 21.30. Per l’anno dantesco 2021, il “Musicattore” Luigi Maio porta in scena lo spettacolo “Inferno da camera – Dante in 3D”, il primo «oratorio lisztiano per trio e terzine dantesche», su musiche originali e arrangiamenti per trio dello stesso Maio, affiancato in scena dal trio Malebranche composto da Francesco Bogdanovic (violino), Delfina Parodi (violoncello) e Matteo Provendola al pianoforte.
Un’opera per voce e trio, in cui la recitazione delle terzine dantesche si innesta su brani originali e arrangiamenti per trio delle musiche che Liszt, Puccini e Berlioz, hanno dedicato ai passi più rappresentativi della prima Cantica, insieme alle melodie di Saint Saëns, Offenbach e Paganini: intrecciando parole e note in un unico flusso drammaturgico, il “Musicattore” Maio dà corpo e voce al Conte Ugolino e a Caronte, a Dante e a Virgilio, a Paolo e Francesca, a Ulisse e all’intera ciurma dei Malebranche. Uno spettacolo evocativo, dove poesia e musica parlano la stessa lingua e che, per efficacia e valore propedeutico, è stato definito la prima mappa musicale dell’Inferno di Dante o, se vogliamo, la prima mappa dantesca della musica classica. Un allestimento agile come un concerto e spettacolare come un’opera, che soddisfa appieno le normative anti assembramento.
Dal Teatro Duse di Genova all’Ambasciata Italiana a Londra, dal Goldoni di Livorno al Ristori di Verona (in collaborazione con il comitato genovese della Società Dante Alighieri), Maio ha donato voce, carattere ed espressioni diverse a ogni personaggio della Divina Commedia, ricorrendo al suo trasformismo mimico-vocale per conferire afflato teatrale alla prima Cantica (a dispetto delle desuete, bidimensionali letture dantesche). Prenotazione e acquisto biglietti: www.biglietteria.aslico.org.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.