De Sfroos, nuovo libro con “La Nave di Teseo” di Elisabetta Sgarbi

Davide Van De Sfroos San Siro

Nuovo libro per il cantautore Davide Van De Sfroos. Dopo la riedizione di “Le parole sognate dai pesci” già uscito nel 2003 da Bompiani e tornato in libreria in versione arricchita e aumentata da La Nave di Teseo, la stessa casa editrice milanese fondata e diretta  da Elisabetta Sgarbi (con l’aiuto di tanti intellettuali tra cui Umberto Eco) sta per pubblicare  il suo nuovo libro “Ladri di foglie” (pp. 192, 17 euro).

“Le nostre storie non iniziano mentre le stiamo rubando. Le nostre storie cominciano quando cerchiamo di restituirle” dice De Sfroos. Il suo è un viaggio romantico e ribelle alla ricerca di un fantomatico ladro di foglie, che immagina di poter rubare alla vita e al mondo la sua essenza, la magia che si nasconde nelle sue nervature. Quindici storie dove protagonisti imprevedibili e nostalgici, immersi in paesaggi poetici e da sogno, cercano di decifrare il mistero del responsabile di questo bizzarro crimine. Nei panni di un novello Virgilio o di un Hercule Poirot, Davide Van De Sfroos, “cantastorie” che ha ora raggiunto la piena maturità di scrittore, accompagna il lettore in un viaggio nella fantasmagoria, con la genialità di una scrittura forte e al tempo stesso evanescente.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.