Derby da tutto esaurito Cantù-Milano stellare

Basket maschile Il giorno di Santo Stefano a Cucciago torna la “classica” del campionato italiano: in campo due formazioni qualificate alle Top 16 di Eurolega
«Aver riportato Cantù tra le sedici squadre dell’Olimpo europeo è per noi un incredibile orgoglio. Ora ci aspettano partite molto difficili, ma sicuramente non capita tutti i giorni di poter ospitare squadre di questo livello. Esorto quindi tutto il nostro pubblico a darci un altro segnale di fiducia e sostegno per continuare insieme questo entusiasmante cammino».
Le parole del presidente della Bennet Cantù Anna Cremascoli confermano come in casa canturina la sconfitta subita giovedì

contro il Fenerbahce, pur interrompendo l’imbattibilità casalinga del PalaDesio, non abbia scalfito la soddisfazione per la qualificazione alle Top 16. Lo ammette anche coach Andrea Trinchieri, che ora guarda con curiosità al sorteggio in programma mercoledì 28 a Barcellona e che definirà il nuovo girone della Bennet.
«Il nostro terzo posto finale – dice – mi sembra un grande risultato e anche giusto perchè Olympiakos e Fenerbahce sono più forti di noi, mentre Bilbao è arrivato dietro avendo perso con Cantù entrambe le sfide. A volte chi troppo vuole nulla stringe: per cui io sono contentissimo della posizione, della mia prima Eurolega».
La Bennet, inserita nel sorteggio nella terza fascia, pescherà una tra Barcellona, Cska Mosca o Real Madrid di primo gruppo (Fenerbahce no, perché già incontrata), il Maccabi o il Panathinaikos di secondo (eviterà Olympiakos e il derby con Siena), mentre dal quarto incrocerà Zalgiris Kaunas o Galatasaray (no Milano e Bilbao).
Curioso è il fatto che Cantù potrebbe ritrovare 30 anni dopo la storica vittoria in Coppa dei Campioni il Maccabi battuto nella stagione 1981-1982 o anche il Real Madrid, che sconfisse esattamente vent’anni fa nell’ultima finale di Coppa Korac.
Aspettando il sorteggio, però la Bennet si deve concentrare sul campionato che lunedì prossimo la vedrà ospitare nientemeno che il derby con l’EA7 Milano (ore 17.30, in un palazzetto già esaurito).
Tra coppa e campionato fa il punto Denis Marconato: «Il bilancio della nostra esperienza in Eurolega è positivissimo – afferma – ma ora non dobbiamo sederci sugli allori. Abbiamo chiuso bene questa prima fase di coppa e adesso dobbiamo concentrarci sul campionato dove possiamo sfruttare proprio gli insegnamenti internazionali».
«Con l’Eurolega in archivio per alcune settimane – aggiunge Marconato – possiamo pensare solo al campionato, dove dobbiamo cercare di giocare con le stesse serenità e determinazione che abbiamo dimostrato in Europa anche giovedì contro il Fenerbache pur perdendo».
Già, ma cosa manca alla Bennet “italiana” per essere simile a quella “bella di coppa”? «Ora ci serve disputare una buona partita e centrare una bella vittoria per riscattarci e riprendere il cammino anche in campionato. E l’occasione ghiotta arriva già lunedì: il derby contro Milano». Una sfida che non ha bisogno di presentazioni con protagoniste due squadre che dopo anni arrivano gasate dalla qualificazione alle Top 16.
«Milano è una ottima squadra – ammette capitan Nicolas Mazzarino, e come sempre il derby si annuncia come una grande sfida. Noi però la giocheremo in casa e davanti ai nostri tifosi, quindi faremo di tutto per vincere questa partita per noi importantissima».
In palio punti pesanti soprattutto per Cantù che vuole avvicinare la rivale capolista. «È vero: inutile negare che in campionato stiamo soffrendo di più di quanto pensassimo. Ma stiamo lavorando per migliorare. Dobbiamo essere più tosti – conclude Mazzarino – E spero che la possibilità di concentrarci solo sul campionato possa rivelarsi un vantaggio nelle prossime gare».

Andrea Piccinelli

Nella foto:
Grande attesa
A sinistra, il capitano della Bennet Nicolas Mazzarino a canestro durante il confronto Cantù-Milano dello scorso anno a Cucciago A destra, Denis Marconato pronto a entrare in campo

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.