Design, i grandi maestri in scena con Lithos

Andrea Branzi, lavoro comasco anticipato da rivista Interni

Spazi da abitare con consapevolezza e rispetto, per le eredità culturali che ci portiamo dentro nel nostro viaggio, ma anche con la curiosità di esplorare nuovi orizzonti. Spazi soprattutto da abitare con poesia, per chiedersi che senso abbia oggi l’arte.
È l’insegnamento di due grandi maestri del design italiano noti a livello internazionale come Michele De Lucchi e Andrea Branzi, da tempo collaboratori fedeli del laboratorio di litografia ed edizioni d’arte a tiratura limitata Lithos di Como in via Venturino, che sono protagonisti del nuovo Lake Como Design Festival in scena in città fino al 10 ottobre 2021. Il Ridotto del Teatro Sociale di Como ospiterà la mostra History Repeating. Altra sede sarà Palazzo Mantero in via Volta.
Qui andrà in scena fra le altre cose come detto una mostra a cura dell’atelier Lithos di Alfredo Taroni (con un testo introduttivo di Stefano Bucci del “Corriere della Sera”) con alcune delle tante opere d’arte a tiratura limitata per amatori e collezionisti che il laboratorio litografico ha prodotto nei suoi oltre trent’anni di vita in collaborazione con designer di fama mondiale come Ettore Sottsass e Ico Parisi (sarà in mostra il volume da lui realizzato con il poeta Edoardo Sanguineti) Altra sede della mostra sarà Palazzo Valli Bruni.
La grande “Carta di Atene”, manifesto dell’architettura e dell’urbanistica di Branzi edita da Lithos sarà in mostra al Teatro Sociale mentre a palazzo Mantero ci saranno inediti assoluti di Branzi e De Lucchi, Di quest’ultimo le litografie Assonometrie e Prospettive e del primo le litografie per la serie Poetesse e Poeti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.