Dieci anni fa moriva il missionario padre Augusto Colombo. A Cantù arriva il vescovo indiano di Warangal

Padre Augusto Colombo si è spento nella notte del 31 agosto 2009 nella sua India, dove era arrivato nel 1952 come missionario del Pime

È morto dieci anni fa, nella notte del 31 agosto 2009, in India ma la sua intensa opera a favore dei più poveri nell’Andhra Pradesh non si è mai interrotta. Padre Augusto Colombo era nato a Cantù nel 1927; ordinato sacerdote nel 1950, due anni dopo era partito per l’India come missionario del Pime. La sua base era a Warangal, da dove aveva teso una fitta rete di solidarietà, costruendo case per i bisognosi, cooperative, ospedali, centri specialistici per la cura delle malattie agli occhi, scuole e università.
Per commemorare la sua figura, è giunto in Italia nei giorni scorsi il vescovo di Warangal, Udumala Bala, accompagnato da padre Martino, il sacerdote che oggi porta avanti le iniziative del missionario canturino. Domani saranno a Cantù dove incontreranno amici e parenti di padre Augusto e alle 18 celebreranno una messa in sua memoria nella chiesa di San Michele.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.