Documenti di un ricercato: patteggia 8 mesi

Brunate
Ha patteggiato otto mesi al processo con rito direttissimo lo straniero arrestato dai carabinieri della stazione di Brunate nei giorni scorsi. L’episodio risale a due giorni fa: quando i militari hanno chiesto i documenti all’uomo nel corso di un controllo, quest’ultimo ha mostrato il permesso di soggiorno.

Peccato che a quel nome e cognome corrispondesse un mandato di carcerazione in arrivo da Bergamo. A quel punto l’uomo, un senegalese, ha confessato tutto: quel documento gli era stato lasciato da un connazionale che era tornato in patria, mentre lui era senza permesso. Da qui l’arresto e il processo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.