Don Roberto, il Terzo settore attacca le istituzioni: «Lasciato solo»

Don Roberto Malgesini

Ieri anche il Forum del Terzo settore Lombardia ha espresso «profondo dolore» per la morte di don Roberto Malgesini.

«Don Roberto è stato da sempre un riferimento per i tanti volontari e cittadini che a Como sono vicini, quotidianamente vicini, agli uomini e donne senza dimora». «La sua era una solidarietà concreta, animata dal profondo rispetto per la dignità di ogni persona» sottolineano ancora, ricordando anche le parole di che Papa Francesco ha dedicato a don Roberto «testimone di carità».

«Ma era solo – scrive la portavoce Valeria Negrini – Era solo come sono soli tutti gli operatori di giustizia quando non sono sostenuti da politiche sociali adeguate. Vogliamo anche che arrivi alle istituzioni, al sindaco di Como, ai sindaci di tutti i Comuni, fino al Presidente della Regione Lombardia un’esortazione a costruire con impegno politiche inclusive», prosegue Valeria Negrini.

Francesca Paini, presidente della cooperativa sociale Tikvà, che aderisce al Terzo Settore Lombardia, per ricordare don Roberto ha deciso di rinviare alle 11 di oggi l’apertura dei giardini nell’ambito del “Festival Bellezze Interiori”. «È un progetto che ha a cuore la costruzione di legami nella città – spiega – In questo spirito abbiamo scelto di rinviare l’apertura dei giardini al termine della cerimonia che si terrà sabato in Duomo in ricordo di don Roberto. È il nostro modo di essere solidali al dolore della città e ai valori che don Roberto ha incarnato».
Sia a Brunate sia a Como uno degli spazi della manifestazione sarà dedicato a presentare le realtà locali che si occupano di accoglienza a persone senza dimora. La biglietteria sarà invece normalmente attiva dalle 9 alle 18.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.