Due anni e mezzo al rapinatore disoccupato

TRIBUNALE
Aveva perso il lavoro in Svizzera e così aveva iniziato a mettere a segno una serie di rapine. Cinque quelle che lui stesso aveva ammesso davanti al gip Maria Luisa Lo Gatto. E ieri, il 42enne comasco arrestato in settembre, dopo un colpo maldestro tentato alle Poste di Montano Lucino all’interno del centro commerciale Bennet, ha scelto la strada del patteggiamento. Assistito dall’avvocato Annamaria Restuccia ha rimediato due anni e sei mesi di carcere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.