Due chiacchiere in piazza di sera: piovono nuove denunce in Procura

Tribunale di Como

Il sacrificio di tutti nel rimanere a casa, dovrebbe essere fatto anche solo come forma di rispetto per malati, medici e infermieri che in questi giorni stanno combattendo una strenua battaglia contro il Covid-19. Eppure, «seppur con miglioramenti», come racconta più di un uomo delle forze dell’ordine, non tutti sembrano ancora aver compreso la situazione. Tra questi ci sono i quattordici denunciati delle ultime ore per il mancato rispetto dell’ordinanza che vieta gli spostamenti.
Otto di questi sono stati denunciati nel territorio della compagnia di Cantù dei carabinieri, uno in quella di Menaggio, ben cinque invece sono stati segnalati in Procura dai carabinieri di Campione d’Italia. Quattro di loro sono stati notati lunedì sera in piazzale Milano. Identificati e controllati, alla richiesta di spiegare come mai fossero in strada, hanno risposto che stavano semplicemente chiacchierando. Non erano fuori, quindi, per comprovati motivi o per reali necessità e pertanto stavano evidentemente violando le direttive. Per questo motivo i quattro (di età compresa tra i 28 e i 39 anni) tutti di Campione d’Italia, sono stati denunciati per «inosservanza di un provvedimento dell’Autorità».
Lo scorso 14 marzo invece, sempre nell’ambito dei controlli legati alle disposizioni emanate dal Governo, i militari del Nucleo di Campione avevano denunciato un 26enne albanese residente nel marchigiano che era ospite da un connazionale residente nell’Enclave. Il giovane, a bordo di un’auto, stava per lasciare il comune ed era diretto in Svizzera senza motivo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.