Due incidenti mortali in poche ore sulle strade lariane

Incidente mortale Tavernola

Due morti in due giorni sulle strade comasche. Nella notte tra sabato e domenica ha perso la vita un 31enne di Cantù, Mario Stranges. Il giovane, che era un cuoco in un ristorante svizzero, stava rientrando dal lavoro quando, attorno all’1.30, mentre percorreva via per Cernobbio, a Tavernola, per cause ancora da chiarire si è scontrato con un’auto. Nell’impatto, il 31enne ha riportato ferite e traumi molto gravi. Le sue condizioni sono apparse subito critiche. È stato soccorso dall’automedica del 118 e dall’ambulanza della Croce Rossa. Mario Stranges è stato trasportato d’urgenza al Sant’Anna di San Fermo, dove purtroppo è morto poco dopo l’arrivo in pronto soccorso.

La dinamica dell’incidente è al vaglio degli agenti della polizia locale di Como. La Procura di Como ha aperto un fascicolo. Il motociclista abitava a Cantù e aveva lavorato alcuni anni all’estero prima di tornare nel Comasco. Tantissime le persone che hanno voluto manifestare la loro vicinanza alla mamma e alla sorella.

Il 31enne è la seconda vittima in 48 ore sulle strade comasche. Nella notte tra giovedì e venerdì a Luisago, un motociclista di 34 anni, Alessandro Galli, era morto dopo essere uscito di strada con la sua due ruote.

Dall’inizio dell’anno il bilancio è drammatico e sono 19 le persone che hanno perso la vita sul territorio. Numeri realmente impressionanti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.