Due uomini arrestati a Cantù, avevano un mitragliatore da guerra in auto

Il mitragliatore sequestrato

Arrestati due brianzoli. Nel bagagliaio della macchina avevano un mitragliatore da guerra. L’episodio risale ai giorni scorsi. I carabinieri del Radiomobile di Cantù hanno notato quattro persone nel posteggio di un supermercato della città. Il gruppetto chiacchierava con fare sospetto: avvicinati dai militari, gli uomini hanno detto che stavano discutendo per questioni sentimentali legati a una donna. Una banale scusa, che i carabinieri ovviamente hanno ignorato. E quando i militari hanno iniziato un controllo più approfondito, hanno notato che un uomo del gruppo stava cercando di disfarsi di un oggetto contenuto nel bagagliaio. 
L’oggetto in questione era un’arma molto potente: un mitragliatore calibro 5,50 della ditta elvetica Sig, un fucile d’assalto utilizzato in passato dall’esercito svizzero, completo di caricatore e 19 munizioni. 
L’arma, risultata rubata in Svizzera, stata sequestrata, mentre due uomini, di 45 e 50 anni entrambi residenti in provincia di Monza e Brianza, sono stato arrestati e portati al carcere Bassone con l’accusa di porto illegale e detenzione di arma da guerra.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.